martedì 31 maggio 2016

4 Giugno - Spettacolo "La macchina degli spropositi" di Binario di Scambio_Compagnia Teatrale Universitaria - Ingresso gratuito

Spettacolo "La macchina degli spropositi" di Binario di Scambio_Compagnia Teatrale Universitaria
Regia Fabio Cocifoglia
Direzione artistica Teresa Megale
Info e prenotazioni: http://www.poloprato.unifi.it/uploads/media/Locandina-800.jpg
4 Giugno 2016  -  05 Giugno 2016  -  Lo spettacolo inizierà a orari scaglionati: sabato 4 a partire dalle ore 21, domenica 5 a partire dalle ore 17. Ingresso gratuito.
Sede:
   
Teatro Magnolfi, via Gobetti, 79 Prato
Organizzazione:
   
Una produzione dell'Università di Firenze, Binario di Scambio_Compagnia Teatrale Universitaria, in collaborazione col Teatro Metastasio di Prato 

1° Giugno - Conferenza: La lunga agonia della nazione cattolica. Chiesa e dittatura in Argentina

Conferenza: La lunga agonia della nazione cattolica. Chiesa e dittatura in Argentina
Con Loris Zanatta (Università di Bologna), nell’ambito del corso di Storia del cristianesimo (per la laurea magistrale in Scienze Storiche) dedicato al tema "I cattolici e la nazione".
1 Giugno 2016  -  ore 17
Sede:
   
Dipartimento SAGAS, Aula 13, via San Gallo, 10 - Firenze
Organizzazione:
   
Dipartimento Storia, Archeologia, Geografia, Arte, Spettacolo (SAGAS)

1° Giugno - Convegno: "Santa Maria degli Angeli. Il monastero e la sede universitaria"

Convegno: "Santa Maria degli Angeli. Il monastero e la sede universitaria"
Informazioni e locandina programma: http://www.letterefilosofia.unifi.it/art-285-convegno-su-s-maria-degli-angeli.html
1 Giugno 2016  -  ore 15-18.30
Sede:
   
Sala Comparetti Piazza Brunelleschi, 4 Firenze
Organizzazione:
   
Dipartimento di Architettura, Dipartimento di Lettere e Filosofia

La Firenze descritta da Mary Mc Carthy (continua)



“[…] I fiorentini del Medioevo e del Rinascimento quando andavano in battaglia si portavano statue con sé. Savonarola, anche se, presumibilmente, nemico dell’arte, si portò in processione un Bambino Gesù di Donatello nel giorno dei bruciamenti di <<vanità>> quando furono bruciati tanti dipinti secolari, fra cui gli studi dal vero di Fra Bartolomeo. Secondo una credenza popolare, sopravvissuta fono al secolo attuale, degli spiriti erano imprigionati nelle statue. La statua di Nettuno dell’Ammannati nella fontana di piazza della Signoria è chiamata <<Il Biancone>>, un tempo si credeva che fosse il potente dio fluviale dell’Arno mutato in statua perché, come Michelangelo, sdegnava l’amore delle donne. Racconta la leggenda che a mezzanotte, quando la luna piena vi risplende sopra, egli torna alla vita e passeggia per la piazza conversando con le altre statue. Prima di diventare statua, il David di Michelangiolo era conosciuto come Il gigante. Era un enorme blocco di marmo rubato da Agostino di Duccio; umanizzato dalla fantasia popolare, giacque nei laboratori della Cattedrale finché Michelangiolo non fece del  <<gigante>> l’uccisore del gigante ovvero un’immagine patriottica del piccolo paese che sbaraglia i suoi maggiori avversari. La leggenda tramanda che dei giganti costruirono le grandi mura etrusche di Fiesole […].
Più di ogni altra piazza in Italia, Piazza della Signoria evoca il mondo antico, non solo nelle colossali statue deificate […].  Alcuni sono Grecia e Roma antica; altri Rinascenza; altri appartengono all’epoca manieristica; uno al diciannovesimo secolo. Pure fra di essi non esiste disarmonia; paiono tutti figli di uno stesso grembo, un’esperienza ininterrotta, un conio periodicamente reimpresso. Il mondo che evocano è sanguinario. Quasi tutti questi gruppi stanno lottando […] .
Questa piazza, dominata da palazzo vecchio, antica sede di governo, possiede un’austera bellezza virile […] . Qui si trovava il centro civico, distinto dal centro religioso della piazza del Duomo e del Battistero e dai due mercati. La Giuditta e Oloferne di Donatello fu portata qui da Palazzo Medici, dov’era parte di una fontana, e sistema sulla <<aringhiera>> di Palazzo Vecchio quale emblema di pubblica salvezza; una iscrizione sulla base dichiara che ciò fu compiuto dal popolo nel 1493, quando i Medici furono cacciati e i loro tesori dispersi. La aringhiera era la piattaforma sulla quale si svolgevano le orazioni politiche e si leggevano al popolo i decreti della Signoria, e la statua di Giuditta che taglia la testa del tiranno intendeva simboleggiare, in modo più sintetico delle parole, la liberà popolare trionfante sul dispotismo. I Medici furono ripetutamente cacciati da Firenze, e sempre vi ritornarono. Quando Cosimo I instaurò la sua dittatura, per commemorare il trionfo del dispotismo sulla democrazia ordinò al Cellini il Perseo. Nel frattempo il Bruto di Michelangelo era stato commissionato, così si crede, da un privato per onorare Lorenzino de’Medici, che aveva meritato il nome di Bruto con l’assassinio del suo lontano cugino, il ripugnante tiranno Alessandro.  […]. Nella piazza, le statue erano lezioni ammonitrici o <<esempi>> civili, e la durata della materia, marmo o bronzo, implicava la convinzione o la speranza che la lezione sarebbe stata definitiva. […]”
Mary Mc Carthy, Le pietre di Firenze, 1956)

1° maggio - “Il Fuoco Dentro. Oriana e Firenze” - Contributo di studio a favore degli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Firenze

Il Console Generale A.H. della Repubblica del Perù
Prof. Giorgio Fiorenza e La Presidente dell’Accademia delle Arti del Disegno
Prof.ssa Cristina Acidini



Sono lieti di invitare la S.V.
all’esposizione delle opere
che hanno partecipato al concorso


“Il Fuoco Dentro. Oriana e Firenze”
Contributo di studio a favore degli allievi
dell’Accademia di Belle Arti di Firenze



mercoledì 1 giugno 2016, ore 17.30
Sala delle Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno
Via Ricasoli, 68 (angolo Piazza San Marco), Firenze


Interverranno

Prof. Giorgio Fiorenza
Console Generale A.H. della Repubblica del Perù

Prof.ssa Cristina Acidini
Presidente dell’Accademia delle Arti del Disegno

Prof. Domenico Viggiano
Segretario Generale dell’Accademia delle Arti del Disegno

Prof. Eugenio Cecioni
Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Firenze

Mercoledì 1 giugno 2016, alle ore 17.30 presso la Sala delle Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze in Via Ricasoli, 68 (angolo Piazza San Marco), si inaugura la mostra delle opere degli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Firenze che hanno partecipato al concorso “Il Fuoco Dentro. Oriana e Firenze”.
Al concorso hanno aderito 40 studenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze che hanno presentato i loro elaborati inediti. In occasione della premiazione del concorso, lo scorso 16 maggio 2016, presso la sede dell’Accademia delle Arti del Disegno di Firenze in Via Orsanmichele, n.4, erano stati annunciati i nomi dei vincitori e le relative borse di studio, oltre a questo era stata preannunciata l’esposizione delle opere di tutti i partecipanti al concorso e un’asta benefica.

Dal 1° al 10 giugno 2016, tutte le opere degli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze che hanno partecipato al concorso saranno esposte presso la Sala delle Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno in via Ricasoli n.68, angolo Piazza San Marco e lunedì 6 giugno 2016 alle ore 17.30, saranno protagoniste di un’asta benefica che si svolgerà nella medesina sede. In tale occasione, il Consolato Onorario della Repubblica del Perù presso la Repubblica di San Marino devolverà l’intero ricavato dell’asta, diviso in parti uguali, a favore dell’A.T.C.R.U.P. Onlus, Associazione Toscana Cura e Riabilitazione Ustioni Pediatriche presso l’Ospedale Meyer di Firenze e dell’Associazione VOA VOA Onlus Amici di Sofia.

Il progetto, promosso dal Consolato Onorario della Repubblica del Perù presso la Repubblica di San Marino, ha interessato gli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze che sono stati invitati alla realizzazione di una tesina scritto-grafica (incisione, puntasecca, acquaforte) che elaborasse il pensiero di Oriana Fallaci così come viene illustrato nel volume “Il fuoco dentro. Oriana e Firenze”, libro scritto dall’On. Sen. Riccardo Nencini, Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti (Polistampa, Mauro Pagliai Editore). L’iniziativa ed il premio traggono ispirazione proprio dal libro che, con delicatezza, riporta testimonianze e documenti inediti al fine di “raccontare” Oriana Fallaci ed il suo rapporto con Firenze, frammenti della sua vita da adolescente fino agli anni della guerra e della liberazione ed il rapporto tempestoso, “di fuoco”, appunto, con la sua città natale.

“Questo progetto – afferma il Prof. Giorgio Fiorenza, Console Generale A.H della Repubblica del Perù -  nasce dalla presa d’atto che gli studenti, soprattutto in particolari e delicati momenti di crescita, hanno bisogno di riportare su un foglio di carta quelle che sono le loro sensazioni e, più in generale, i loro pensieri. In una società votata alla tecnologia e, per questo, sempre più ipertecnologica, dove tutto è sintesi e dove le parole sono troncate per ridurre tutto ad un sms, i ragazzi hanno necessità di una valvola di sfogo, di un’opportunità di espressione di sé. Abbiamo cercato di dar loro questa opportunità, invitandoli a riflettere su un libro, ad esprimersi su di esso, in uno spazio che fosse tutto loro. Ma questa è anche un’opportunità che diamo a noi stessi per capirli meglio e per essere al loro fianco nel loro percorso di crescita e acquisizione di consapevolezza”.

L’On. Sen. Riccardo Nencini, Vice Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha così commentato: “Iniziative come questa che intendono valorizzare e premiare il talento e la creatività di giovani studenti sono un prezioso investimento nella cultura del futuro”.

Cristina Giachi, Vicesindaco e Assessore all’Educazione, Università e Ricerca del Comune di Firenze, così commenta: “Non sono sempre stata d’accordo con le posizioni assunte da Oriana Fallaci nel corso della sua vita, ma certamente la sua attenzione maniacale a far bene il proprio lavoro, la sua passione, sono un modello da prendere ad esempio, così come i suoi scritti sono materia di confronto, lei che era una scrittrice straordinaria. Certamente con Firenze ebbe un rapporto di “fuoco”, come si dice nel titolo del libro, è questa una definizione calzante. Lodevole quindi l’iniziativa, il premio assegnato oggi agli studenti e la volontà di devolvere il denaro raccolto da questa a favore di due importanti associazioni benefiche”.

Domenico Viggiano, Segretario generale dell’Accademia delle Arti del Disegno e Coordinatore scientifico dell’iniziativa, ha dichiarato: “Iniziative come questa sono particolarmente lodevoli e apprezzabili. Il progetto è stato accolto con grande entusiasmo da studenti e docenti. Gli studenti hanno bisogno di motivazioni e circostanze come questa sono importanti e sempre più preziose. Siamo molto soddisfatti anche della scelta delle tre opere vincitrici. Per la prima volta, grazie al Console A.H. del Perù prof. Giorgio Fiorenza, l’Accademia delle Arti del Disegno torna alle origini, nel solco del suo plurisecolare percorso, tornando ad assumere un ruolo di impulso per i giovani allievi dell’Accademia di Belle Arti secondo l’antica matrice che ci auguriamo nel futuro di poter sempre più rafforzare a vantaggio della promozione dell’arte e dei giovani. L’incisione è stata, fin dalla fondazione dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, una delle prime “materie” inserite nel piano pedagogico dell’istituto quale esercizio completo nel segno e nella tecnica. Oggi riscopriamo e promuoviamo nuovamente questo insegnamento che ha visto cimentarsi generazioni intere e che a Firenze ha visto nascere le mostre sul bianco e nero di inizio Novecento e quindi ancora quelle grafiche degli anni sessanta e settanta. L’augurio personale, quindi, come ex direttore dell’Accademia di Belle Arti e come Segretario Generale dell’Accademia delle Arti del Disegno, è che questa occasione in cui si presentano i lavori a concorso di ben 40 allievi, sia motivo di riflessione per i due istituti, quello storico di Via Orsanmichele e quello pedagogico di Via Ricasoli, al fine di ritrovare un comune percorso e rinnovato impegno per i numerosi ragazzi che ogni giorno varcano il portone per imparare ad esprimere le loro emozioni”.
          

Studenti Premiati
1°  PREMIO Alessio Indraccolo
2°  PREMIO Luis Eduardo Pardo
3°  PREMIO Elena Shaposhnikova

Segnalazione speciale
Marika Fanin
Maria Cristina Lo Brutto
Sara Vitalizio


Informazioni relative ai vincitori del concorso:

Alessio Indraccolo
Nasce a Livorno nel 1991. Studia presso il liceo scientifico a indirizzo artistico F. Cecioni e dopo il diploma parte per andare in Inghilterra, lasciando i suoi studi. Riprende gli studi e scopre l’incisione presso l’Accademia Internazionale di Grafica “Il Bisonte” di Firenze. Attualmente è iscritto all'Accademia di Belle Arti di Firenze, dove continua i suoi studi per la grafica.

Luis Eduardo Pardo
Nato il 1 ottobre del 1993 a Guatemala, da padre spagnolo, per cui acquisisce la cittadinanza spagnola. Diplomato alla Scuola di Arti Visive CEC Toscana Guatemala, attualmente studia all’Accademia di Belle Arti di Firenze, fa parte di un collettivo italiano di arte contemporanea.  Ha partecipato a sette mostre, quattro di queste con il collettivo, presso Firenze, Siena, San Casciano, Torino e Macedonia.

Elena Shaposhnikova
Nasce il 23 aprile 1990 a Irkutsk, USSR (Russia), ha studiato al College d’Arte di Irkutsk. Studia pittura all’Accademia di Belle Arti di Firenze sotto la guida del professore Adriano Bimbi. Fa il corso di incisione con il professore Mika Fatih. Mostre: mostra collettiva “Incanto tra i boschi” a Carda, Firenze, Hotel Athenaeum 2016.


Esposizione di tutte le opere in concorso
Dal 1° al 10 giugno 2016
Sala delle Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno
in via Ricasoli n.68, angolo Piazza San Marco
Da martedì al sabato: ore 10.00-13.00 / 17.00-19.00
Domenica: ore 10.00-13.00
Lunedì chiuso

Asta benefica
Lunedì 6 giugno alle ore 17.30
Sala delle Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno
in via Ricasoli n.68, angolo Piazza San Marco



Per ulteriori informazioni:
Accademia delle Arti del Disegno
Via Orsanmichele, 4, 50123, Firenze
www.aadfi.it
www.facebook.com/aadfi
Telefono: 055 219642
Email: info@aadfi.it

31 maggio - Le Murate - Incontro & Presentazione libro: 4 PASSI SUI SENTIERI DELLA MENTE, DELLA MUSICA, DELLA POESIA

MARTEDI' 31 MAGGIO

    h 21:00  -  Incontro & Presentazione libro

4 PASSI SUI SENTIERI DELLA MENTE, DELLA MUSICA, DELLA POESIA
Tassinari Editore

Sarà presente l’autore Giuseppe Tomai
Letture di Silvia Lauri e Pio Villanacci
Farà da contrappunto ironico e gioioso la musica di Luca Giovanni Frosinini e Federico Micheli, i "Rabarbari"

Un incontro sulle tracce di un libro fuori dalle convenzioni dei testi tradizionali di psicologia in una chiacchierata con l’autore, Giuseppe Tomai, psicoterapeuta. Un incontro sulla magia della parola "sentita", quella che aiuta a prendere coscienza di noi stessi, degli altri e del mondo in cui viviamo, aprendo la possibilità di uno spazio luminoso nell’ombra della coscienza per superare lo smarrimento dell’uomo moderno.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

4 e 5 giugno - Associazione Archeosofica - EVENTO SPECIALE dedicato all'Arte della pittura iconografica

EVENTO SPECIALE dedicato all’Arte della pittura iconografica che si svolgerà nella
nostra sede sabato 4 e domenica 5 Giugno:
MOSTRA di ICONE “IL VOLTO DELLA VERGINE ATTRAVERSO I SECOLI” e WORKSHOP
APERTI, organizzati dal LABORATORIO di ICONOGRAFIA di Firenze
dell’Associazione Archeosofica in collaborazione con le SCUOLE GRECHE di
ICONOGRAFIA di KOZANI E di KASTORIA, che saranno nostri ospiti di
persona e con le loro opere in questa iniziativa.

Questa felice collaborazione avvia un dialogo tra le due tradizioni, greca e italiana, e apre la strada a nuove e fruttuose interazioni e progetti comuni.

Sabato 4 Giugno il Workshop sulla "Geometria segreta delle
icone" si terrà alle ore 11,00.


L'INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA E' ALLE 18 con la
presentazione a cura di Gianluca De Martino del libro di Tommaso Palamidessi
"L'icona, i colori e l'ascesi artistica"

L’'incontro
è aperto a tutti e l’ingresso è libero, non occorre prenotazione.

Anche la giornata di domenica è ricca di appuntamenti con due workshop:

alle ore 10,30 appuntamento dedicato ai materiali utilizzati per la
pittura di icone;

alle ore 15,30 sarà illustrata la ricerca fatta sui “COLORI DEGLI
ANTICHI ICONOGRAFI” da parte del nostro laboratorio di icone che ha ricercato e
ritrovato materiali e colori usati nell’antichità e oggi praticamente
scomparsi.

Per leggere il programma completo potete andare sul nostro
blog: https://archeosofiafirenze.org/2016/05/22/4-5-giugno-2016-grecia-e-italia/#more-3547

Gli orari della mostra sono: 10,30 – 13 e 15,30 – 20 in ambedue i
giorni.

Associazione Archeosofica
Sezione di Firenze
Lungarno Guicciardini, 11/r
50125 Firenze
Tel. 055215940
info.firenze@boxletter.net
http://archeosofiafirenze.org
SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK https://www.facebook.com/archeosofiafirenze



Forte di Belvedere - Jan Fabre. Spiritual Guards

Foto di Angela Lidia Larosa




Proverbio Toscano del Giorno

"Nè forse nè mi parse non si scrisse mai in carte"

lunedì 30 maggio 2016

30 maggio - Institut français Firenze - Il velo dell’arte. Una rete di immagini tra passato e contemporaneità. In collaborazione con il Museo Novecento

Il velo dell’arte

OGGI - 30 maggio 2016, ore 18

Il velo dell’arte. Una rete di immagini tra passato e contemporaneità.
Di Lucia Corrain (La casa Usher, 2016).

In collaborazione con il Museo Novecento

Intervengono Lucia Corrain e Paolo Fabbri


Con un costante dialogo tra opere d'arte del passato e della contemporaneità, il volume mette in rete costellazioni di immagini che, a dispetto dei differenti media cui sono riconducibili, entrano tra loro in sinergia per dare luogo a nuove e inattese configurazioni di significato. È il caso del velo albertiano, messo in risonanza con "I giardini di Compton House" di Peter Greeneway, con l'installazione "Rahmenbau" a Kassel e con il video "The veiling" di Bill Viola. Anche i tagli di Lucio Fontana e le colate di colore di Hermann Nitsch sono relazionabili alla ferita al costato di Cristo, cosi come il seicentesco quadro a lume di notte dialoga, sul piano del coinvolgimento passionale dell'osservatore, con le video-installazioni dello stesso Bill Viola. E ancora, le appassionate forme del dolore presenti nel bolognese "Compianto" di Niccolò dell'Arca trovano un riscontro in un'opera della piena contemporaneità, "la Pietà del Kossovo" di Pascal Convert. Il passaggio dalla figuratività alla totale astrazione si coglie, in particolare, nella "Rothko Chapel" di Houston, dove il modus operandi dell'artista americano propone un rapporto con l'osservatore analogo a quello che il Beato Angelico già aveva sperimentato nelle celle del convento di San Marco a Firenze.


Dove: Institut français Firenze. Gratuito

La Domenica Metropolitana 5 giugno 2016 - Ingresso gratuito ai Musei Civici Fiorentini ai residenti nella Città metropolitana di Firenze

La Domenica Metropolitana 5 giugno 2016
L’Amministrazione Comunale con Delibera di Giunta 2015/DG/00246 del 3/07/2015 ha ridefinito le modalità di accesso ai Musei Civici Fiorentini la prima domenica di ogni mese, riservando l’ingresso gratuito ai soli residenti nella Città metropolitana di Firenze. A tal proposito l’iniziativa ha preso il nome di Domenica Metropolitana.
In occasione della Domenica Metropolitana di giugno il programma è come di consueto ricco di visite e di attività realizzate grazie al supporto di Giotto-FILA: fra queste – oltre alle proposte in Palazzo Vecchio – le visite per adulti ai capolavori restaurati di Paolo Uccello in Santa Maria Novella e al complesso delle Murate, mentre dedicati alle famiglie sono il percorso Vita di corte e il laboratorio sulVerde.
Sono in programma anche le visite presso il Museo del Bigallo (Piazza San Giovanni 1) per il quale è
necessaria la prenotazione al n. tel.055 288496 (visite accompagnate ogni ora 9.30-12.30).
Anche la Fondazione Palazzo Strozzi aderisce alla giornata proponendo alle h11.30 l’appuntamento Parliamo d'arte, una conversazione in mostra (massimo 15 partecipanti) sull’esposizione Da Kandinsky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim e alle 16.30 la visita alla mostra Liu Xiaodong: Migrations. Le proposte sono gratuite con ingresso a pagamento (prenotazioni dal lunedì al venerdì 9.00-13.00/14.00-18.00: Tel +39 055
2469600, prenotazioni@palazzostrozzi.org).
Alla Domenica Metropolitana aderisce anche il rinnovato Museo della Misericordia in Piazza Duomo, con visite guidate gratuite alle h15.30 e alle h16.30 per max. 25 partecipanti ciascuna: la prenotazione è obbligatoria, tel. 055-239393.
Si ricorda che tutte le visite guidate e le attività sono gratuite per i cittadini residenti nella città
metropolitana di Firenze e la prenotazione è obbligatoria. All’atto della prenotazione è possibile riservare un solo appuntamento nel corso della giornata per un massimo di 5 persone.
Senza prenotazione sono gli *accessi ai Musei Civici Fiorentini.
Museo di Palazzo Vecchio (orario 9.00/23.00), **Torre di Arnolfo (orario 09.00/21.00, 30 persone ogni mezz’ora), Scavi archeologici di Palazzo Vecchio (orario 9.00/23.00, 25 persone ogni mezz’ora), Santa Maria Novella (orario 13.00/17.30), Fondazione Salvatore Romano (orario 13.00/17.00), Museo Novecento (orario 9.00/19.00), Cappella Brancacci in Santa Maria del Carmine (ingressi 13.00/17.00, ultimo accesso ore 16.15, 30 persone ogni mezz’ora), Museo del Ciclismo Gino Bartali (Ingressi 10.00/16.00).
Attenzione: le biglietterie chiudono un’ora prima dell’orario di chiusura.
*Gli accessi sono disponibili fino ad esaurimento posti per motivi di sicurezza.
**In caso di pioggia la Torre di Arnolfo resterà chiusa al pubblico per motivi di sicurezza. Sarà accessibile il
camminamento di ronda.

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Da lunedì 30 maggio a sabato 4 giugno h9.30-13.00 e h14.00-17.00 (servizio non attivo la domenica mattina).
Tel. 055-2768224, 055-2768558
Mail info@muse.comune.fi.it
Web www.musefirenze.it

MUSEO DI PALAZZO VECCHIO
Visite alle Sale di Firenze Capitale target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: h10.00, 11.00, 12.00
durata: 45’
In occasione delle celebrazioni del 150° anniversario di Firenze Capitale (1865-2015) alcune sale di Palazzo Vecchio sono state allestite per ospitare dipinti, sculture e cimeli che appartengono a quella fatidica stagione, conservati fino a oggi nei depositi. Grazie a questi oggetti “riscoperti”, le visite guideranno attraverso la storia, spesso poco conosciuta, degli anni concitati in cui la città fu il centro del potere politico e amministrativo della giovane Italia Unita.
Visita a Palazzo target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 10.30, 12.00, 14.00, 15.30
durata: 1h15’
Palazzo Vecchio è il cuore di Firenze, simbolo della storia della città. Una storia che comincia nel 1299, quando nasce per ospitare i governanti della Firenze medievale, e che conosce un’età dell’oro nel momento in cui la famiglia Medici vi porta la propria residenza trasformandolo in una vera Reggia. La visita permette di comprendere come architetture, arti minori, sculture e dipinti concorrano alla creazione di un unicum ricco e complesso che si è trasformato, stratificato e rinnovato nel corso dei secoli.
Percorsi segreti target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 10.00, 11.30
durata: 1h15’ La proposta consente di visitare alcuni ambienti particolarmente preziosi: fra questi la scala realizzata per volere di Gualtieri di Brienne e ricavata nello spessore della muraglia; lo Studiolo di Francesco I de’ Medici, raffinatissimo scrigno “di cose rare et pretiose”, e lo Scrittoio del padre Cosimo I (più conosciuto come Tesoretto); infine l’imponente struttura a capriate che sorregge il soffitto a cassettoni del Salone dei Cinquecento.
La Reggia Medicea target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 16.00, 17.30
durata: 1h15’ Le sale di Palazzo Vecchio raccontano ancora oggi in modo evidente le trasformazioni occorse nel Cinquecento, quando Cosimo I de’ Medici vi trasferì la sua residenza incaricando dei lavori prima Giovanni Battista del Tasso e poi Giorgio Vasari. Accanto alle funzioni governative il palazzo assunse così anche il ruolo di Reggia, ospitando non solo la famiglia ducale ma tutta la corte. Il percorso consente di visitare i principali ambienti del Palazzo con un'attenzione particolare non solo ai fasti e alle bellezze dell’età medicea ma anche agli aspetti di vita quotidiana, rievocando le consuetudini, gli avvenimenti e le curiosità che animarono tanto le sale pubbliche quanto le stanze private.
I luoghi di Inferno target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 17.00
durata: 1h15’
“Palazzo Vecchio assomiglia a una gigantesca torre degli scacchi. Con la sua solida facciata squadrata e gli spalti merlati, l’edificio è situato a guardia dell’angolo sudorientale di piazza della Signoria”. Così scrive Dan Brown nel suo ultimo best-seller, Inferno, ambientato a Firenze e in larga parte in Palazzo Vecchio. Seguendo i passi del professor Robert Langdon, il pubblico potrà conoscerne la storia rivivendo le ambientazioni e le scene del romanzo, dalle sale pubbliche agli ambienti più segreti.
Vita di corte target: per famiglie con bambini dai 4 ai 7 anni
orari: 15.00
durata: 1h15’
Oggi Palazzo Vecchio è un museo, ma nel Cinquecento era la residenza del duca Cosimo I de Medici, di sua moglie Eleonora de Toledo e dei loro undici figli. Attraversando le sale del museo i visitatori potranno non solo ammirare lo splendore della reggia ma anche immaginare i sontuosi banchetti nella Sala Grande e i terrazzi fioriti come giardini. Infine sarà possibile indossare mantelli e zimarrine, scarpe e cappelli cinquecenteschi oppure dilettarsi con alcuni giochi da principini.
Verde. Piccole storie di colori
target: per famiglie con bambini dai 4 ai 7 anni
orari: 16.30
durata: 1h
Nel mondo dell’arte antica il Verde era un colore capriccioso: non era difficile da ottenere – poteva essere ricavato da foglie, radici, fi ori e persino dal rame – ma risultava poco durevole: aderiva difficilmente ai tessuti, spariva dai dipinti e persino nelle fotografi e di qualche decennio fa era il primo a scolorire. Ecco perché il Verde si è guadagnato la fama di colore dell’instabilità. L’attività prevede un’introduzione sull’importanza del verde e della natura per la famiglia Medici seguita da un percorso nelle sale di Palazzo Vecchio, dove saranno i bambini stessi a diventare alberi, cespugli e animali per dare vita a un illusorio giardino animato.
COMPLESSO DI SANTA MARIA NOVELLA
Il chiostro verde e i dipinti di Paolo Uccello
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 14.30, 15.30, 16.30
durata: 50’
La visita consentirà di apprezzare otto meravigliosi affreschi della prima metà del Quattrocento, dipinti da Paolo Uccello e collaboratori per il Chiostro Verde ed esposti ora nel Refettorio dopo il delicato intervento di restauro condotto dall’Opificio delle Pietre Dure. Si tratta di affreschi staccati facenti parte del ciclo delle Storie della Genesi e prevalentemente eseguiti in monocromo verdeterra - “a sugo d’erbe e terra verde”, come venne scritto nel Seicento - tanto da dare il nome all’intero
chiostro. Capolavori del Rinascimento che sarà possibile assaporare in forma ravvicinata e in nuova leggibilità.
COMPLESSO DELLE MURATE
Visita alle Murate
target: per tutti, a partire dai 10 anni
orari: 10.30, 11.30, 12.30
durata: 50’
La visita permetterà di conoscere la storia del complesso delle Murate, dalla sua fondazione come convento femminile per le monache di clausura, le murate, alla sua trasformazione in carcere nell’Ottocento fino al 1986, anno della riforma carceraria di Mario Gozzini. L’itinerario si snoderà tra gli spazi del complesso per concludersi nel carcere duro, la zona detentiva più severa, all’interno del quale trova posto l’installazione Nuclei (vitali) di Valeria Muledda: un “cammeo” della produzione artistica che oggi caratterizza il luogo.

1° Giugno - Convegno: "Santa Maria degli Angeli. Il monastero e la sede universitaria"

Convegno: "Santa Maria degli Angeli. Il monastero e la sede universitaria"
Informazioni e locandina programma: http://www.letterefilosofia.unifi.it/art-285-convegno-su-s-maria-degli-angeli.html
01 Giugno 2016  -  ore 15-18.30
Sede:
   
Sala Comparetti Piazza Brunelleschi, 4 Firenze
Organizzazione:
   
Dipartimento di Architettura; Dipartimento di Lettere e Filosofia

   

31 maggio - Le Murate - Presentazione del libro con Autore: PESCE D'APRILE Sperling & Kupfler+Cineteca: TRAVAUX - LAVORI IN CASA

LUNEDI' 30 MAGGIO

    h 18:30  -  Presentazione del libro con Autore
L'Associazione culturale La Nottola di Minerva presenta

PESCE D'APRILE
Sperling & Kupfler

Saranno presenti gli autori Daniela Spada e Cesare Bocci
Introduce Tommaso Sacchi, Responsabile della Segreteria Cultura del Comune di Firenze

La prima domenica a casa dopo il parto con la piccola Mia che aspetta di essere allattata, poi un improvviso dolore cancella tutto. È il primo aprile 2000. Daniela Spada si risveglia dal coma dopo venti giorni per ritrovarsi in un incubo ancora più grande: il lungo percorso per riprendersi dalle conseguenze di un ictus che ha colpito il cervelletto. «Non camminerà più», avverte il medico. «Certo che lo farà!» risponde il suo compagno Cesare Bocci, il volto televisivo di Mimì Augello, che ha più fiducia nella forza della sua donna che nelle diagnosi. E il tempo gli dà ragione: lottando contro il dolore e lo sconforto, contro un servizio sanitario a volte poco umano, e contro il rimpianto per tutto quello che l'ictus si è portato via...
Daniela si è rimessa in piedi, più coraggiosa di ogni pronostico: ha ripreso a guidare, si è inventata una nuova professione e ha recuperato giorno dopo giorno il rapporto speciale con la figlia.
Una storia di straordinarie prove d'affetto, in cui si scopre la forza insospettata di una famiglia, e in cui si afferma l’importanza del diritto ad amare.

    h 21:30  -  Cineteca

TRAVAUX - LAVORI IN CASA

Di Brigitte Roüan. Con Carole Bouquet, Jean-Pierre Castaldi, Didier Flamand, Françoise Brion, Aldo Maccione – Francia – Gran Bretagna – 2005 – 95’

Il problema dell'immigrazione è sempre stato molto sentito dal popolo transalpino, e il cinema, alcune volte, ha partecipato attivamente alla causa, come quando la bella Emmanuelle Béart si è mobilitata sfilando pubblicamente per le vie parigine al grido di "Nous voulons le Sans Papiers". Con Lavori di casa la regista Brigitte Rouän utilizza il tono della commedia per sottolineare proprio le problematiche dell'integrazione, e lo fa sorridendo sui diritti e i doveri degli immigrati clandestini. Carole Bouquet è Chantal Latellier, un avvocato di successo che non perde mai una causa. È la sua vita privata a essere un totale disastro. Fra il serio e il faceto, e qualche gag sopra le righe Lavori di casa è una commedia divertente e leggera, con un messaggio intelligente, e un cast di attori, fra professionisti e non professionisti, che si amalgamo e lavorano insieme al meglio. Il sorriso, qui, è di casa.
Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Veduta da Palazzo Pucci

Foto di Angela Davoli



Proverbio Toscano del Giorno

"Molti parlan d'Orlando che non vider mail il suo brando"

venerdì 27 maggio 2016

Modi di dire: "chiasso"

Il termine ‘chiasso’ ha più significati. Quello più usato è per indicare una confusione prolungata, spesso riferita a quella prodotta da bambini, altre volte, bonariamente, per sottolineare la confusione mentale, in determinati ragionamenti, degli adulti, oppure un loro rumoroso dinamismo: “non fare chiasso”.
Ma ‘chiasso’ è usato anche per indicare una via stretta e o corta, od un piccolo cortile, mentre in antichità era utilizzato per nominare i bordelli.
L’etimologia deriverebbe, come sinonimo di confusione, dal latino volgare ‘classu(m)’, che a sua volta trae origine da ‘conclassare’, cioè il gridare insieme. Invece, il termine, utilizzato in ambito stradario, ha origine, sempre dal latino, ma da “classis”, che significa “sezione”, in seguito impiegato anche per indicare un “quartiere”.
Roberto Di Ferdinando

28 Maggio - Santa Croce, Cappella Pazzi - Pinocchio in guerra: il Risorgimento dei fratelli Lorenzini - manifestazione dedicata a Carlo e Paolo Lorenzini

Pinocchio in guerra:
il Risorgimento dei fratelli Lorenzini

Santa Croce, Cappella Pazzi, Firenze
sabato 28 maggio 2016 ore 10.00


Nell’annuale ricorrenza della battaglia di Curtatone e Montanara che segnò un momento fondamentale della nostra storia risorgimentale
la S. V. è invitata alla manifestazione dedicata a Carlo e Paolo Lorenzini


Programma

ore 10:00                Saluto di Irene Sanesi, Presidente dell’Opera di Santa Croce
ore 10:15                Saluti istituzionali


Interventi:

Fabio Bertini                      
Il contesto socio-economico toscano al tempo dei Lorenzini
Sergio Casprini                 
Il Risorgimento dei fratelli Lorenzini tra istanze patriottiche e di progresso
Giuseppe Garbarino          
Un burattino di Firenze Capitale
Gino Tellini                        
Pinocchio e il paesaggio letterario del suo tempo

ore 12:30               
Conclusioni

Partecipano i rappresentanti dei Comuni di Firenze e di Pescia, delle Università di Firenze, Pisa e Siena

Presentano e coordinano l’evento Giuseppe De Micheli e Adalberto Scarlino


Sabato 28 maggio 2016 alle ore 10.00 in Santa Croce verrà celebrata l’epica resistenza, nel 1848, a Curtatone e a Montanara, di volontari toscani fiorentini, lucchesi, pisani, senesi che riveste un fondamentale ruolo nella storia dell’unità nazionale.
Questo episodio ebbe ripercussione fortissima nell’opinione pubblica. Nei luoghi di origine e di partenza dei volontari lastre commemorative vennero incise e funzioni religiose celebrate in suffragio dei caduti e in gratitudine per il loro sacrificio.
In Santa Croce a Firenze furono apposte due lapidi con i nomi dei caduti fiorentini e venne istituita ufficialmente e a cadenza annuale la commemorazione dell’evento.
Dal 1848, il 29 maggio, nella memoria degli eroi di Curtatone e Montanara, è stato celebrato l’inizio dell’Unità d’Italia, come unità di ideali, di aspirazioni e di popolo.

Dal 2012 è stata recuperata la tradizione scomparsa nel secondo dopoguerra di ricordare nel “Tempio delle Itale glorie” quanti trovarono la gloria sui campi di Curtatone e Montanara.
Tra i giovani che partirono volontari nel ’48 vi furono anche Carlo e Paolo Lorenzini, cui, quest’anno, si è voluta dedicare la celebrazione. I due fratelli Lorenzini simboleggiano pienamente lo spirito di Curtatone e Montanara, un desiderio di cambiamento per il quale tanti volontari civici e tanti studenti si batterono, con il sostegno morale e attivo di tante donne. Per questo le lapidi con i nomi dei caduti, collocate in Santa Croce, ebbero tanta importanza per i toscani. Velate il 29 maggio del 1851, per ordine del governo toscano e degli austriaci, strappate quel giorno stesso dalla ribellione popolare, asportate poco dopo dalle autorità che ne temevano il carisma, furono ricollocate nel tempio all’indomani della rivoluzione toscana del 27 aprile 1859, dal governo provvisorio, come primo atto della nuova Toscana. Tutto era da fare. Altri volontari toscani dovevano perdere la vita nella seconda guerra d’indipendenza, poi nella liberazione del Mezzogiorno fino al compimento dell’Unità nazionale.
Cominciava allora il compito dell’unificazione culturale e morale cui il “Pinocchio”, come il “Cuore” di De Amicis e altri racconti, romanzi e poesie, avrebbero efficacemente cooperato, specialmente guardando a una lingua nazionale comune. Quanto dell’innovazione letteraria possiamo riconoscere nel Pinocchio di Carlo, tanto del progresso industriale di allora vediamo riflesso nell’attività di Paolo: le biografie dei due fratelli Lorenzini ci restituiscono il senso di una Toscana che cambia tra le aspettative dell’indipendenza e le prospettive dello sviluppo nazionale del secondo Ottocento.

Aperitivo offerto da LO SCALCO RICEVIMENTI

Per ulteriori informazioni:

Opera di Santa Croce
Piazza Santa Croce, 16 
50122 Firenze
Direzione e Amministrazione:
Via de' Benci, 15
50122 Firenze 
tel./fax +39 055.2466105 
e-mail: segreteria@santacroceopera.it
www.santacroceopera.it

28 e 29 maggio - Concerti di cori in Santa Croce

Celebrazione del ventesimo anniversario del Coro Universitario di Firenze
Musiche di Palestrina, Britten, Bruckner, Duruflé, Whitacre, Rheinberger, nell'ambito dell'iniziativa "Università in Musica" 14a Edizione
Informazioni: http://www.unifi.it/upload/sub/agenda/2016/Ventennale_coro_28052016.jpg
28 Maggio 2016  -  ore 21
Sede:
   
Basilica di Santa Croce, Piazza Santa Croce, Firenze
Organizzazione:
   
Università di Firenze, Coro Universitario di Firenze, Comune di Firenze, Q1 Centro storico, Associazione Amici di Santa Croce

Rassegna dei Cori Universitari
Musiche di Bardos, Gjeilo, Nestor, Abelardo, Becker, Rheinberger, De Lassus, Martini, Stravinskij, Sisask, Palestrina, Britten, Bruckner, Duruflé, nell'ambito dell'iniziativa "Università in musica" 14a Edizione

29 Maggio 2016  -  ore 15,30
Sede:
   
Basilica di Santa Croce, Piazza Santa Croce, Firenze
Organizzazione:
   
Università di Firenze, Coro Universitario di Firenze, Comune di Firenze, Q1 Centro storico, Associazione Amici di Santa Croce

29 maggio - Le Murate - Aperitivo & Concerto 'SUONI' FRA UN LIBRO ED UN CAFFÈ+Concerto

DOMENICA 29 MAGGIO

    h 12:00  -  Aperitivo & Concerto

'SUONI' FRA UN LIBRO ED UN CAFFÈ

Strumenti ad arco in concerto. Musiche di A. Corelli, C. Dancla, F. Haydn, S. Joplin, F. Schubert. Concerto-aperitivo con gli allievi del Centro Studi Musica & Arte, Associazione culturale accreditata dalla Regione Toscana e dal MIUR

    h 21:30  -  Cineteca

LE FERIE DI LICU

Di Vittorio Moroni. Con Md Moazzem Hossain, Fancy Khanam, Giulia Di Quilio Drammatico – Italia – 2006 – 93’

Docufiction sul matrimonio secondo tradizione di un bengalese "romano".  Licu è un immigrato regolare del Bangladesh che lavora nella Capitale: nonostante i duri orari di lavoro, non si lamenta e vive da "romano", tifando la squadra di Totti e sforzandosi di parlare il migliore italiano possibile. Più documentario che film, visto che tutto quello che vediamo scorrere sullo schermo è vera vita vissuta dai protagonisti, Le ferie di Licu è un valido strumento per permettere di analizzare, studiare e capire (forse) meglio il fenomeno dell'immigrazione e le problematiche che vi sono sottese. Licu è un immigrato senza particolari problemi: curioso, volenteroso, pronto a fare sacrifici: nonostante la sua tensione verso la completa integrazione però, non rinuncia alle tradizioni del suo paese natale che, anzi vive, in modo entusiasta.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Veduta dal Forte di Belvedere

Foto di Angela Lidia Larosa


Proverbio Toscano del Giorno

"Dal conto sempre manca il lupo"

giovedì 26 maggio 2016

28 maggio - Visita guidata: "Il genio toscano e gli studi sui corsi d’acqua. La Tribuna di Galileo"

Visita guidata: "Il genio toscano e gli studi sui corsi d’acqua. La Tribuna di Galileo"
Iniziativa promossa nell'ambito di Amico Museo 2016 della Regione Toscana
Programma: http://www.msn.unifi.it/event/amico-museo-2016/
28 Maggio 2016  -  ore 11.30 - 12.30
Sede:
   
Tribuna di Galileo, La Specola, via Romana, 17 Firenze
Organizzazione:
   
Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze
Per informazioni:
   
Informazioni: 055 2756444

29 Maggio - Campo di Marte in Festa, giorno di fiera intorno allo stadio

Campo di Marte in Festa, giorno di fiera intorno allo stadio

Per tutto il giorno, dalle 9 alle 20

Giorno di fiera a Campo di Marte. Si terrà domenica 29 maggio Campo di Marte in festa, una giornata dedicata allo shopping e alla gastronomia nella zona dello stadio Artemio Franchi a Firenze, tra viale Paoli e viale Fanti.



Per tutto il giorno, dalle 9 alle 20, si terrà un grande mercato straordinario, con spazio anche ad artigianato e prodotti tipici di gastronomia.

27 maggio - Premiazione del Concorso "Eventi Conviviali" e inaugurazione mostra dei progetti presentati

Premiazione del Concorso "Eventi Conviviali" e inaugurazione mostra dei progetti presentati
Il concorso, promosso dalla Fondazione Anna Querci per il Design, prevedeva la progettazione di un oggetto che faciliti o migliori la consumazione di un pasto in piedi
La mostra dei progetti rimarrà aperta fino al 28 giugno 2016  con apertura al pubblico martedì e mercoledì ore 9-13.30 / 14-17
Maggiori dettagli: http://www.fondazioneannaquerci.com/
27 Maggio 2016  -  ore 17
Sede:
   
Museo del Design Lab - Design Campus dell'Università di Firenze, via Sandro Pertini 89 Calenzano
Organizzazione:
   
Museo del Design Lab, Design Campus, Fondazione Anna Querci per il Design, Comune di Calenzano
Per informazioni:
   
info@fondazioneannaquerci.com

27 Maggio - Performance all'aperto: "Piedi liberi: sport, danza e varia disabilità"

Performance all'aperto: "Piedi liberi: sport, danza e varia disabilità"
Nell'ambito della manifestazione "Accessibilità, Istruzione e Diritti. L'Università per l'inclusione", settimana dedicata alle tematiche dell'accesso alla formazione universitaria degli studenti disabili o con disturbi dell'apprendimento (Maggiori dettagli)
Programma completo della settimana: http://www.unifi.it/upload/sub/agenda/2016/settimana_inclusione.pdf
27 Maggio 2016  -  ore 17,30
Sede:
   
Via Martelli, Firenze
Organizzazione:
   
Università di Firenze, Università di Siena, Comune di Firenze, Ente Cassa di Risparmio di Firenze

26 Maggio - Palazzo Vecchio: presentazione del libro "Con La Pira in Viet Nam"

Giovedì 26 maggio 2016 alle ore 17.00
in Palazzo Vecchio, Sala degli Elementi

avrà luogo la presentazione del libro
Con La Pira in Viet Nam
di Mario Primicerio

Interverranno:
Massimo Cacciari, filosofo
Mario Primicerio, Presidente della Fondazione La Pira
Mario Sica, diplomatico
Modererà il dibattito Federico Monechi, giornalista RAI
Sarà presente l’editore, Mauro Pagliai

27 maggio - Chiusura delle lezioni del "Seminario di studi e ricerche parlamentari Silvano Tosi 2016" alla presenza del Presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso

Chiusura delle lezioni del "Seminario di studi e ricerche parlamentari Silvano Tosi 2016" alla presenza del Presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso
Saranno presenti il rettore Luigi Dei, Paolo Caretti e Massimo Morisi (Associazione Studi e ricerche parlamentari)
Invito: http://www.unifi.it/upload/sub/agenda/2016/studi_parlamentari_27052016.pdf
27 Maggio 2016  -  ore 9,30
Sede:
   
Aula Magna dell'Università di Firenze, Piazza S. Marco, 4 Firenze
Organizzazione:
   
Università di Firenze, Associazione per gli studi e le ricerche parlamentari, Ente Cassa di Risparmio di Firenze

29 maggio - Scatta alle Cascine

Scatta alle Cascine
29 Maggio ore 9:00


Dopo il successo delle tre precedenti edizioni, quest'anno l'appuntamento con “Scatta alle Cascine” è in programma domenica 29 maggio 2016 alle ore 9.00


L'intera manifestazione è organizzata da numerosi Club Leo e Lions dell'area fiorentina e non solo, con il patrocinio del CONI sezione regionale della Toscana, in una duplice ottica: quella di valorizzare il Parco e quella di aiutare il prossimo.

Il ricavato verrà infatti destinato all'Associazione Banco Alimentare della Toscana ONLUS, con un contributo a favore dell'Associazione MaratonAbili ONLUS, la quale parteciperà anche alla corsa; verrà inoltre dato spazio ad altre associazioni che hanno aderito alla giornata, attraverso l'istallazione di stand nel piazzale di arrivo.

Quest'anno i promotori, col sostegno dei Distretti Leo e Lions, sono i Leo Club Firenze, Firenze Bargello, Firenze Michelangelo, Firenze Sud-Valle del Sieve, Mugello,  Scandicci  Casellina  e  Torri, e i  Lions Club Empoli, Firenze, Firenze Arnolfo di Cambio, Firenze Bargello, Firenze Cosimo dei Medici, Firenze Gabriele D'Annunzio, Firenze Impruneta San Casciano,Firenze Michelangelo, Firenze Palazzo Vecchio, Firenze Ponte Vecchio, Firenze Scandicci, Mugello, Quarrata Agliana Pianura Pistoiese e Sesto Fiorentino.

Per partecipare a “Scatta alle Cascine” 2016 è necessaria l'iscrizione ed è richiesto un contributo volontario di 10,00 euro. A tutti i partecipanti verrà consegnata la maglietta omaggio della manifestazione. In occasione della giornata verranno anche effettuate visite mediche gratuite grazie al Comitato Lions “I Medici in Piazza”.

e molto... molto altro
http://www.facebook.com/events/439586216131152/

Costo iscrizione alla corsa o alla passeggiata 10€
Per info e prenotazioni:
http://www.scattaallecascine.it/
info.scattaallecascine@gmail.com

“Scatta alle Cascine” è una importante iniziativa di solidarietà e di sensibilizzazione organizzata da vari Lions e Leo Club dell’area fiorentina, con i patrocini del Comune di Firenze, del CONI e di Confartigianato Firenze, supportato da moltissimi sponsor e da numerose Associazioni Sportive Dilettantistiche, aperto a tutta la cittadinanza.

Organizzatori:
Leo Club Firenze, Leo Club Firenze Bagno a Ripoli, Leo Club Firenze Michelangelo, Leo Club Firenze
Scandicci Casellina e Torri,
Lions Club Firenze, Lions Club Firenze Bagno a Ripoli, Lions Club Firenze Lorenzo il Magnifico, Lions Club Firenze Michelangelo, Lions Club Scandicci

Le finalità dell’evento sono molteplici:
- valorizzare e rendere più conosciuto ed accessibile il nostro celebre Parco;
- promuovere l’attività e organizzare una raccolta di fondi a favore dell'Associazione Banco Alimentare della Toscana ONLUS e della Fondazione Stella Maris.
Molteplici gli eventi di solidarietà in programma per il 19 maggio 2013, tutti possono partecipare!

Si inizia con una corsa non competitiva, lunga 12 km che si svolgerà sul tradizionale anello delle Cascine, che ogni buon fiorentino, sportivo o meno, ha percorso almeno una volta nella vita;
in alternativa è prevista una passeggiata di 6 Km dedicata a famiglie ed amici, con tappe presso siti di maggior interesse storico e artistico del Parco.

Si prosegue con l'attesissima premiazione del concorso fotografico completamente gratuito, che si sta svolgendo on-line, tramite l'invio di foto a tema sul Parco, all'indirizzo email parcodellecascine@libero.it.

E ancora: avremo uno spazio per la raccolta di occhiali usati che, opportunamente riciclati e riconvertiti, verranno catalogati e confezionati per essere immediatamente destinati ai Paesi Africani ove, sembrerà strano, il problema della vista è anche quello di non poter disporre di occhiali per la popolazione.

Ampio spazio sarà dato ad importanti Associazioni che operano nel nostro territorio, ed in particolare:
all’Associazione Lorenzo Guarnieri ONLUS,
all’Associazione Gabriele Borgogni ONLUS
AVIS Onlus
al Progetto ALBA dell'Azienda Sanitaria Fiorentina;
alla Lega Italiana Lotta Tumori;
allo scopo di sensibilizzare noi tutti su alcuni irrinunciabili temi di grande attualità: la sicurezza stradale, la cura e prevenzione della salute e le cosiddette “nuove povertà”.

27 maggio - Apertura con visita guidata della mostra paleontologica: "Marco Polo 240 Milioni di anni fa. Vertebrati marini dalla Cina Meridionale"

Apertura con visita guidata della mostra paleontologica: "Marco Polo 240 Milioni di anni fa. Vertebrati marini dalla Cina Meridionale"
La mostra è a cura di Andrea Tintori (Università di Milano) e Jiang Da-Yong (Università di Pechino).
La visita guidata è una iniziativa promossa nell'ambito di Amico Museo della Regione Toscana.
L'esposizione prosegue fino al 25 giugno 2016 con orario: il 28-29 maggio ore 9,30-16,30; il 30 e 31 maggio ore 9,30-13,30; dal 1 al 25 giugno ore 10,30-17,30. Chiuso il mercoledì
Programma visita guidata: http://www.msn.unifi.it/event/amico-museo-2016/
Maggiori dettagli sulla mostra: http://www.msn.unifi.it/event/marco-polo-240-milioni-anni/
27 Maggio 2016  -  Dalle 17.30 alle 19.30
Sede:
   
Sala Strozzi, Via La Pira, 4 Firenze
Organizzazione:
   
Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze
Per informazioni:
   
Informazioni: 055 2756444

27 maggio - Convegno: "Cura ed emozioni"/"Care and emotions"

Convegno: "Cura ed emozioni"/"Care and emotions"
Locandina: http://www.dsps.unifi.it/upload/sub/avvisi/2016/workshop_curaemozioni.pdf
27 Maggio 2016  -  9,30
Sede:
   
Polo delle Scienze Sociali, aula 1.01, edificio D5, via delle Pandette 21, Firenze
Organizzazione:
   
Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali (DSPS)

26 maggio - Presentazione del libro: Gli affreschi della cupola di Santa Maria del Fiore

Gli affreschi della cupola di Santa Maria del Fiore

Opera del Duomo, Firenze
Presentazione del libro Gli affreschi della cupola di Santa Maria del Fiore di Lucrezia Giordano, Lucio Bigi e Mario Mureddu   Giovedì 26 maggio Locali dell'Opera del Duomo piazza del Duomo, Firenze a cura della Libreria Editrice Fiorentina   Con gli autori intervengono Franco Lucchesi, presidente dell’Opera del Duomo Timothy Verdon, direttore del Museo dell’Opera del Duomo

27 maggio, 23 anni dalla strage di via dei Georgofili

Firenze rinnova la mobilitazione ricordando il terribile attentato mafioso che costò la vita a 5 persone
27 maggio, 23 anni dalla strage di via dei Georgofili

Venerdì 27 maggio ricorre il ventitreesimo anniversario della strage di via dei Georgofili.
Nella notte tra il 26 e il 27 maggio 1993 una bomba mafiosa uccise Angela Fiume e Fabrizio Nencioni, le loro figlie, Nadia e Caterina, e lo studente di architettura Dario Capolicchio,  ferendo inoltre 41 persone.
Danni gravi subirono gli Uffizi, Palazzo Vecchio, la Chiesa di Santo Stefano al Ponte e tutti gli edifici intorno al luogo dove esplose l’ordigno. In quell’anno altre bombe esplosero a Roma e Milano, secondo un progetto criminale che aveva come obiettivo quello di condizionare il funzionamento delle istituzioni democratiche e la vita civile del paese. Grazie all’impegno di magistrati coraggiosi, tra cui Gabriele Chelazzi e Pier Luigi Vigna, furono identificati e condannati mandanti ed esecutori della strage, appartenenti a Cosa Nostra.

Firenze rispose immediatamente all’attentato con una mobilitazione compatta e unitaria. Ogni anno la strage viene ricordata con una cerimonia che si svolge nella notte tra il 26 e il 27 maggio e con altre iniziative promosse e sostenute dall’Associazione tra i familiari delle vittime.

Programma delle manifestazioni

Giovedì 26 maggio
ore 17.30 Auditorium di Sant’Apollonia, via San Gallo 25/a, Convegno: Le nuove generazioni e il diritto a essere informati, l’impegno del MIUR
ore 21, Piazza della Signoria, Arengario di Palazzo Vecchio (in caso di pioggia: Salone dei Cinquecento), Commemorazione della strage

Venerdì 27 maggio
ore 1, Piazza della Signoria, Partenza del corteo verso via dei Georgofili
ore 1,04, Deposizione di una corona di alloro sul luogo dell’attentato




La strage dei Georgofili

28 maggio - Le Murate - Presentazione Progetto MEMORIES / NO MEMORIES - Fotografia fra flusso e ricordo

SABATO 28 MAGGIO


    h 18:30  -  Presentazione Progetto

MEMORIES / NO MEMORIES - Fotografia fra flusso e ricordo

Presentazione del Progetto e Incontro con gli autori e i curatori Sandro Bini e Giulia Sgherri.

Un work in progress che si interroga sul cambiamento di funzione sociale della fotografia introdotto dalla rivoluzione digitale e in particolare sul suo rapporto con la nostra memoria. Saranno presenti i Curatori Sandro Bini e Giulia Sgherri e alcuni dei Fotografi partecipanti. Nel Corso dell'Incontro saranno introdotti e proiettati i lavori del Progetto, e sarà promossa una iniziativa di autofinanziamento di una Mostra fotografica.

Gli Autori del Progetto
Andrea Buzzichelli - Nino Cannizzaro - Maria Cardamone - Enrico Doria- Alex Liverani - Francesca Loprieno - Giulia Madiai - Luca Moretti - Simone Padelli - Luca Prestia - Arianna Sanesi - Eva Tomei - Zoe Be - Daniele Brescia - Sofia Bucci - Nathalie Depose - Giulia Francini - Adina Ionescu Muscel - Gabriella Martino - Sara Menegatti - Novella Oliana - Sara Palmieri - Duccio Ricciardelli - Michele Spagnolo - Mattia Toselli - Clara Turchi Rose

Il Progetto "Memories / No Memories"
A cura di Sandro Bini
Il cambiamento di funzione sociale della fotografia introdotto dalla rivoluzione digitale con l’avvento degli smartphone  dotati di fotocamera e l’esplosione dei social, rischia di far perdere alla fotografia la tradizionale funzione di "specchio della memoria" e conservazione del ricordo. La fotografia oggi negli usi sociali, familiari e quotidiani, si va velocemente trasformando da memoria/monumento a comunicazione/intrattenimento. L'assenza nel digitale di una matrice fisica delle immagini sembra favorire questa volatilità visuale e  velocità di funzione e di utilizzo che diventa strumento di relazione in tempo reale. La testimonianza "in diretta" favorisce da un lato la democratizzazione dei soggetti e delle situazioni fotografiche dall’altro l'accumulo e la dispersione: una pratica compulsiva che rischia di debordare e farci addirittura perdere, secondo recenti studi scientifici, la capacità stessa di ricordare, nonché creare forme di vera e propria dipendenza da condivisione immediata. Questo progetto vuole indagare, attraverso la pubblicazione di lavori fotografici in tema, da un lato le passate o le attuali capacità di memoria del fotografico: il suo farsi oggetto, feticcio, reliquia, testimonianza, strumento di sollecitazione della narrazione e del ricordo e di conservazione dell’esperienza. Dall’altro la sua sempre più forte e invadente  capacità di divenire "schermo" visivo: antimemoria, oblio, flusso indistinto (onnipresente e atemporale), potenzialmente in grado di accecarci.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

26 maggio - Inaugurazione dello spazio estivo Fiorino sull’Arno

Fiorino sull’Arno

Lungarno Pecori Giraldi - Firenze


GIOVEDÌ 26 MAGGIO 2016


Inaugurazione dello spazio estivo
Fiorino sull’Arno

con
PERFIDIA

in concerto


Riapre giovedì 26 maggio Il Fiorino sull’Arno (Lungarno Pecori Giraldi - Firenze; info e prenotazioni 328 2013217), locale all’aperto che offre sette giorni su sette buona musica e intrattenimento di qualità, insieme a ottime pizze e altre specialità culinarie, soprattutto mediterranee; per il dopo cena si può disporre dei conforti di un fornitissimo bar. Il tutto in uno spazio molto gradevole, in mezzo ad alberi secolari che proteggono dalla calura estiva.

Si cena dalle 20. I concerti iniziano alle 21.30 e sono ad ingresso libero.



Aperto ininterrottamente fino a settembre, anche quest’anno avrà alcuni appuntamenti fissi domenicali (specie con la musica da ballo, tango e swing in testa) e programmazione musicale assortita, sempre diversa. Ci sarà naturalmente un maxischermo per le partite degli Europei. Il cartellone è ancora in fieri e sarà comunicato nei prossimi giorni.



Il primo gruppo a salire sul palco giovedì 26 maggio è una formazione di veterani ben nota al pubblico fiorentino, i PERFIDIA, che prendono il nome da un famoso bolero degli anni Trenta. Il nucleo del gruppo è costituito da Francesco Birardi, chitarra e voce, e da Paolo Casu alle percussioni; di volta in volta, possono essere coadiuvati da ospiti, non di rado l’ottimo violinista cubano Ruben Chaviano, oppure il chitarrista Luca imperatore, o la cantante Valentina Di Leo o il trombettista Sandrito Garbey. Caratteristica dei PERFIDIA è l’impasto melodico delle voci e degli strumenti, teso a ricreare l’atmosfera intensa del bolero, del son e della musica cubana tradizionale, in particolare quella della “Vieja Trova”, sulla scia di Compay Segundo e del Buenavista Social Club. Fedeli interpreti di questa tradizione musicale, i Perfidia si sono ormai imposti come uno dei migliori gruppi del genere presenti sulla scena nazionale. Il loro programma spazia dai boleros classici come Reloj, Besame Mucho, Dos Gardenias, Lagrimas Negras, ai temi romantici e ai “son” della vecchia Cuba, fino a brani più vivaci e trascinanti come Candela, La Negra Tomasa, Moliendo Café, Maria Cristina, El Cuarto de Tula e Corazón Espinado. Il loro CD “Cubaneando” raccoglie il meglio del loro repertorio.



venerdì 27 maggio DAVIDE PETRILLO + PAPYROS’N. Fa tappa a Firenze “Le grand voyage de Monsieur Latrache”, uno spettacolo in continuo movimento, non solo musicale… Dal manouche, alla fanfara di Tiran, dall’elettronica al jazz alla tarantella, per finire nella tradizione “cantautoriale” italiana. Una miscela passionale tutta concentrata nel primo disco di Davide Petrillo, autore di testi e musiche, arrangiatore assieme a Giovanni Mancini e accompagnato per la tournee italiana dai Papyros’N, formazione molto attiva in Alsazia.

sabato 28 maggio Finale di Champions League

domenica 29 maggio Milonga a cura di Tango Florido

lunedì 30 maggio Swing Summer Time a cura di Tuballoswing. La stagione estiva di Tuballoswing torna anche al Fiorino sull'Arno! Lezioni e social dance tutti i lunedi dal 30 maggio al 25 luglio. Lunedi 30 maggio: ore 20.30 => Lindy Hop class for beginner; ore 21.30 => Boogie Woogie class for beginner; ore 22.30 => Open Social dance di Lindy e di Boogie. Le lezioni sono riservate ai soci Tuballoswing School. Possibilità di cena con convenzione Tuballo: dieci euro pizza più bevuta.

martedì 31 maggio BRASILEIRINHO DO FORRÒ. Un concerto in cui il forrò tradizionale, denominato “pé-de-serra”, si fonde in maniera naturale col forrò moderno, detto “universitario”. Il repertorio abbraccia il passato e il presente, passando per i grandi classici di Luiz Gonzaga, Dominguinhos, Gilberto Gil, fino ad arrivare a band più recenti come Falamansa e Rastapè, includendo anche brani originali. Il successo di questo genere musicale, originario del nordest del Brasile e ormai diffuso in tutto il mondo, è dovuto anche alla forza della danza, che riesce a trasmettere senza filtri l’ energia, l’allegria e il ritmo del forrò. Aroldo Machado: chitarra e voce, Fuzica da Mangueira: triangolo, percussioni e voce, Pasquale Rimolo: fisarmonica, Riccardo Neri: batteria.

Mercoledì 1 giugno M&M AcouStick Duo. Matteo Urro (chitarra e voce) e Michele Vitulli. (Chapman Stick). Rock degli ultimi 40 anni.

giovedì 2 giugno MUNDO TANGO. Natalia Bolani, una delle più apprezzate voci dell’Urugay, sarà in tournée tra Svizzera, Germania e Italia. Un'occasione irripetibile per ascoltare la sua interpretazione di alcuni dei più grandi successi del tango rioplatense, spaziando anche nei generi della milonga, del bolero e della tradizione latino americana in generale. La band che la accompagna è composta da musicisti fiorentini che vantano già una grande esperienza nelle migliori milonghe d’Europa.

venerdì 3 giugno. IPNOTIZE DUO. Reanto Cantini: tromba e computer; Michele Staino: contrabbasso ed effetti. Entrambi appassionati di musica e arte scrivono una pagina intensa e appassionata della scena underground toscana, dalla quale trarranno non poche soddisfazioni e conferme. Con un setup completo di computer, effetti e naturalmente i rispettivi strumenti, il duo offre una modalità fortemente personale d'interpretare ciò che i più attenti ascoltatori chiamano nu-jazz; anche grazie a un disco che ha riscosso una certa approvazione anche sul web.

sabato 4 giugno ore 21.30 RODOLFO BANCHELLI presenta “Il Sincopato”. La versione essenziale dello spettacolo che ha debuttato da poco alla Sala Vanni. Canzoni e classici swing italiani – Spadaro, Rabagliati, Buscaglione, Otto… – e americani in traduzioni d’epoca ripescate da archivi storici. Sul palco con Banchelli, oltre ai ballerini della Bottega dello Swing, il pianista Andrea Didonna.

mercoledì 8 giugno JACK JASELLI. filosofo laureato alla Cattolica, cantante, chitarrista e autore nato a Milano nel 1980. Nel 2015 a Vevo DSCVR (“discover”), un format nato in Uk nel 2013 e arrivato anche da noi, ha presentato un brano inedito, The Road , anticipazione del terzo album (l’ultimo, I Need The Sea Beacuse It Teaches Me risale al 2012) dopo esser stato in tour per più di un anno e mezzo e aver aperto i concerti dei Negramaro a Roma e Milano.

martedì 7 giugno MINTCHO GARRAMMONE. Mintcho Garrammone è un compositore argentino e polistrumentista. Ha sviluppato uno stile unico combinando le radici brasiliane e il folklore argentino con un approccio moderno e rivoluzionario. Suona la chitarra Baiana il cavaquinho e il padeiro. Si muove tra generi musicali come la milonga e il Choros mescolando le tradizioni con la tecnologia in un mix di grande intensità. Dopo dieci anni in Brasile è tornato a vivere a Buenos Aires e in questo viaggio in Europa va alla scoperta delle sue origini italiane.

giovedì 9 giugno TANGLE 5et, un groviglio di note e idee originali che si trasformano in musica. Il quintetto prende ispirazione dagli ensemble jazz degli anni Sessanta e Settanta, pur con uno sguardo sempre rivolto al futuro e alla ricerca del nuovo attraverso brani originali e rivisitazioni di standards jazz. L'organico è composto da: Mattia Chiappin: tromba, Francesco Pantusa: sax, Simone Basile: chitarra, Ferdinando Romano: contrabbasso, Elia Ciuffini: batteria.

venerdì 10 giugno Europei di calcio

sabato 11 giugno Europei di calcio

domenica 12 giugno Europei di calcio

lunedì 13 giugno Europei di calcio

martedì 14 giugno Europei di calcio

mercoledì 15 giugno Europei di calcio

giovedì 16 giugno Europei di calcio

venerdì 17 giugno Europei di calcio

sabato 18 giugno Europei di calcio

domenica 19 giugno Europei di calcio

lunedì 20 giugno Europei di calcio

martedì 21 giugno Europei di calcio

mercoledì 22 giugno Europei di calcio

giovedì 23 giugno Europei di calcio

venerdì 24 giugno Fochi di San Giovanni

sabato 25 giugno Europei di calcio

domenica 26 giugno Europei di calcio

lunedì 27 giugno Europei di calcio

martedì 28 giugno RICCARDO MORI in concerto

mercoledì 29 giugno LEDBETTER BLUES TRIO in concerto

giovedì 30 giugno Europei di calcio

venerdì 1 luglio Europei di calcio

sabato 2 luglio Europei di calcio

domenica 3 luglio MediNterraneo Trio in concerto

lunedì 4 luglio Swing Summer Time a cura di Tuballoswing

martedì 5 luglio Europei di calcio

mercoledì 6 luglio Europei di calcio

giovedì 7 luglio Europei di calcio

venerdì 8 luglio Dalla Val D’Aosta L’ORAGE in concerto. Un punto di fusione equilibrato tra il mondo folk, quello della canzone d'autore e quello del rock. Nato nel 2009 dalla collaborazione tra il cantautore Alberto Visconti e i fratelli Rémy e Vincent Boniface, L'Orage è diventato in breve tempo uno dei gruppi valdostani più amati. A Musicultura 2012, kermesse marchigiana importantissima nel genere canzone d'autore, L'Orage ha sbancato aggiudicandosi il primo premio assoluto, la Targa della Critica e il Premio per la Migliore Musica con la canzone "Queste Ferite sono Verdi". Il gruppo si è esibito su palcoscenici importanti come Auditorium Parco della Musica, Sferisterio di Macerata, Sala concerti RAI di via Asiago a Roma, Music Italy Show (Bologna), Folkest, Aosta Classica, Collisioni, Carroponte, incontrando sul palco o aprendo gli spettacoli di artisti del calibro di Jethro Tull, Goran Bregovic, Carlos Nunez, Lou Dalfin. A febbraio 2013 L'Orage presenta il concerto evento "L'Orage e Francesco De Gregori insieme dal vivo". Il 2014 vede L’Orage sul palcoscenico del Primo Maggio a Roma in diretta Rai. Di loro Carmen Consoli ha detto "Ascoltateli, sono grandi!".

sabato 9 luglio

domenica 10 luglio Europei di calcio Finale

lunedì 11 luglio Swing Summer Time a cura di Tuballoswing.

martedì 12 luglio Mino Cavallo - Ettore Bonafé - Amedeo Ronga in “Music for Ashes and Snow”. Composizioni inedite per sonorizzare dal vivo il sognante film di Gregory Colbert, che verrà proiettato.

Mercoledi 20 Luglio  LANDAU FORTE ACADEMY. Band e Coro di 40 elementi dall’Inghilterra. Musica popolare, da musical e da film.

sabato 20 agosto TRIOGLICERIDI +1. Quattro musicisti di esperienza pluridecennale per una serata di rock anni Settanta del migliore. Alessandro Pebre: tastiere e voce; Enrico Tombelli: chitarra e voce; Vincenzo Martiello: basso; Vinicio Provvedi: batteria.

Veduta da Palazzo Pucci

Foto di Angela Davoli


Proverbio Toscano del Giorno

"Il pensare è molto lontano dall'essere"

mercoledì 25 maggio 2016

25 maggio - Teatro Puccini - invito al teatro 'Il mio corpo è un'opera d'arte'


26 maggio - Inaugurazione della mostra "Winckelmann, Firenze e gli Etruschi. Il padre dell'archeologia in Toscana"

Inaugurazione della mostra "Winckelmann, Firenze e gli Etruschi. Il padre dell'archeologia in Toscana"
Inaugurazione della mostra presso il Museo Archeologico Nazionale. La mostra proseguirà fino al 30 gennaio 2017.
Locandina: http://www.lilsi.unifi.it/art-282-winckelmann-firenze-e-gli-etruschi.html
26 Maggio 2016  -  ore 16
Sede:
   
Aula Magna del Rettorato, Piazza S. Marco, 4 Firenze
Organizzazione:
   
Museo Archeologico Nazionale, Sovrintendenza Archeologica della Toscana, Università degli Studi di Firenze, Winckelmann-Gesellschaft Stendal

27 Maggio - Vivere l'Etica - Conferenza: "ALBA DEL PENSIERO - l'ambiguo sapere"

VENERDÌ 27 maggio 2016, ore 21:00
Conferenza: "ALBA DEL PENSIERO - l'ambiguo sapere"
Relatore: dr. Marco Giamboni  (Bibliotecario e promotore di incontri culturali)
Presso Circolo Arci R. Andreoni,
Via d'Orso 8, Firenze
ingresso libero

Associazione Culturale
Vivere l'Etica

http://vivereetica.wordpress.com/
https://www.facebook.com/vivereletica

26 maggio - Le Murate - Premiazione & Reading: LE PAROLE NEL CASSETTO - VI EDIZIONE - Concorso Letterario

GIOVEDI' 26 MAGGIO

    h 21:30  -  Premiazione & Reading

LE PAROLE NEL CASSETTO - VI EDIZIONE
Concorso Letterario

Con  Stefano Busolin, Stefania Costa, Evelyne Arrighi, Sylvia Zanotto, Antonio Viciani.
Alex Biagi | sonorizzazioni

Saranno lette le opere selezionate. Tutti i partecipanti sono invitati calorosamente a partecipare. Gli autori scelti saranno annunciati durante la serata e chiamati sul palco a leggere le loro opere. Alla fine della serata, sarà proclamato il  vincitore. Il premio  consiste nella pubblicazione di una plaquette a cura delle Edizioni del Caffè Letterario Le Murate e nella presentazione dell’autore presso la Nardini Bookstore.
Le opere vincitrici delle edizioni precedenti sono in vendita presso il Caffè Letterario e presso la Nardini Bookstore

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

28 maggio - Cappella de' Pazzi - Museo di Santa Croce - Coro Viri Galilaei - Concerto di Canto Gregoriano - Ingresso Libero

Cappella de' Pazzi - Museo di Santa Croce

Sabato 28 Maggio – ore 21

Coro Viri Galilaei

Direttore Enzo Ventroni



Concerto di Canto Gregoriano

Cibavit eos



PROGRAMMA



1.     Jesu dulcis amor meus- Inno – I° modo

2.     Cibavit eos – Ant. Introito – II° modo

3.     Oculi omnium – Graduale VII° modo

4.     Alleluja – Caro mea – VII° modo

5.     Hoc corpus – Ant. Comunione – VIII° modo

6.     Qui manducat – Ant. Comunione – VI° modo

7.     Congaudeant catholici – Sequenza dal Codex Calixtinus

8.     Caritas Dei – Ant. Introito – III° modo

9.     Alleluja – Benedictus es – VIII° modo

10.                       Viri Galilaei – Ant. Introito VII° modo

11.                       Spiritus Domini – Ant. Introito VII° modo

12.                       Alleluja -  Veni Sancte Spiritus – II modo

13.                       Confirma hoc – ant. Offertorio – IV° modo

14.                       Hodie completi sunt – Anti.+Magnificat – I° modo d3

15.                       Lauda Sion Salvatorem – Sequenza – VII° modo

Ingresso Libero fino ad esaurimento dei posti

Per informazioni:

3280427031