domenica 31 gennaio 2016

Pescaia e Torre di San Niccolò

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Chi semina spine non vada scalzo"

sabato 30 gennaio 2016

Modi di dire: “tu sei un boccalone”

www.wildfree.altervista.org
Testo di Roberto Di Ferdinando

Il boccalone è un pesce di acqua dolce (il persico trota o black bass) , originario delle Americhe, introdotto in Europa sul finire dell’Ottocento e presente in maniera diffusa nei paesi del Mediteranno, in particolare al Nord e al Centro Italia. Il boccalone fino a pochi anni fa era molto presente nelle acque dell’Arno ed era una comune preda per i pescatori sportivi e non. Il suo nome prende origine proprio dalla sua bocca, caratterizzata dalla mascella inferiore sporgente, che ne accentua la forma. Proprio per questa sua particolarità, l’espressione “tu sei un boccalone”, è usata per indicare una persona con la bocca larga, ma anche che per etichettare chi è solito parlare e sparlare degli altri. Non solo, è usata anche per giudicare qualcuno un credulone, che crede a tutto, come il pesce, che in Arno era facile preda anche di semplici esche.
RDF

Combo Social Club - PROGRAMMA DI FEBBRAIO 2016

Combo Social Club
Via Mannelli, 2
Firenze
www.combosocialclub.it
PROGRAMMA DI FEBBRAIO 2016

COMBO SOCIAL CLUB (via Mannelli, 2 - Firenze, info e prenotazione cena al punto ristoro: 3335467019). Gli spettacoli iniziano di norma alle ore 22 e, salvo diversa indicazione, sono a ingresso libero


VENERDÌ 5 Banpay presenta: MADKID & MODDI MC   (ingresso 5 euro). Dj MADKID "The Juggling Maestro", tra i dj italiani più apprezzati, attivo dal 1999. Il suo stile, eclettico ed inconfondibile, gli permette di esibirsi da anni in tutti i principali club, eventi e festival. Invitato piu' volte anche in diverse città d' Europa, ha condiviso i palchi con importanti artisti di tutto il mondo. Il Tarantino MODDI è uno dei pochi personaggi in Italia che possono davvero definirsi MC nel vero senso della parola. Un autentico maestro di cerimonie, capace di governare qualsiasi festa e dancehall con stile, personalità e ironia. Il suo ambito artistico previlegiato è quello del rap italiano, in cui le sue eccezionali doti di free-styler sono molto apprezzate e conosciute. La vera specialità di Moddi è il freestyle dal vivo.



SABATO 6 I TOLOMEI'S BROTHERS tornano al Combo con il nuovo disco: Bravo bischero. 12 ballate folk Rock con un tuffo nel “Frik”, restando fedeli al Monni e all'inriverenza Toscana, il tutto condito da piccole gag di cabaret. Con Tonnoni Massimiliano, Rossinelli Marco, Mulinacci Tomas, Occhialini Maicol, Di Nolfo Nino.


GIOVEDÌ 11: RANCORE & DJ MYKE \\ ANTIPLASTIC // DISTRETTO SOUND PESANTE  https://www.facebook.com/events/848010691995052/  (INGRESSO 5 EURO)


VENERDÌ 12 break the party _ movie edition: ROCK IN MOVIE in concerto + breakoff _dj set  (INGRESSO 5 EURO). Breakoff torna al combo con l'evento che colorerà il vostro Carnevale! Per Break the Party - MOVIE edition potrete sbizzarrirvi vestendovi come il personaggio cinematografico che preferite. Musica da film con i ROCK IN MOVIE, DJSET e l'intrattenimento di Breakoff con il VIDEOBOX e il gioco delle coppie che torna a grande richiesta!



SABATO 13 L'ORAGE in concerto + Lorenzo Hugolini _dj set. Anteprima dell’album “macchina del tempo” prodotto da Enrico ‘Erriquez’ Greppi (Bandabardò); in uscita il 22 gennaio. Un punto di fusione equilibrato tra il mondo folk, quello della canzone d'autore e quello del rock. Nato nel 2009 dalla collaborazione tra il cantautore Alberto Visconti e i fratelli Rémy e Vincent Boniface, L'Orage è diventato in breve tempo uno dei gruppi valdostani più amati. A Musicultura 2012, kermesse marchigiana importantissima nel genere canzone d'autore, L'Orage ha sbancato aggiudicandosi il primo premio assoluto, la Targa della Critica e il Premio per la Migliore Musica con la canzone "Queste Ferite sono Verdi". Il gruppo si è esibito su palcoscenici importanti come Auditorium Parco della Musica, Sferisterio di Macerata, Sala concerti RAI di via Asiago a Roma, Music Italy Show (Bologna), Folkest, Aosta Classica, Collisioni, Carroponte, incontrando sul palco o aprendo gli spettacoli di artisti del calibro di Jethro Tull, Goran Bregovic, Carlos Nunez, Lou Dalfin. A febbraio 2013 L'Orage presenta il concerto evento "L'Orage e Francesco De Gregori insieme dal vivo". Il 2014 vede L’Orage sul palcoscenico del Primo Maggio a Roma in diretta Rai. Di loro Carmen Consoli ha detto "Ascoltateli, sono grandi!".


GIOVEDÌ 18 FIVE ON IT presenta "GoodTimes" - reggae dancehall hiphop night; un mix che unisce più gusti musicali e che vuol portare in città la qualità, oltre al semplice divertimento. Tra showcase e djset d'eccezione, fiveonit si dividerà tra diversi locali della scena fiorentina e cercherà di regalare spensieratezza ed entusiasmo a chi vuole viversi la notte


VENERDÌ 19 "Innamind Recordings European Tour" con: L.A.S (FIN) - Kursk (NZ/USA) - Numa Crew (INGRESSO A PAGAMENTO)


SABATO 20 MONKEY SHOW con Apple party _live + Lusiano & Ercolino _dj set. Il Rock & Roll dei favolosi anni '50 vivificato dalle tre vivacissime e sincronizzatissime ex-Sbarelline per una serata tutta da ballare.


VENERDÌ 26 : GULP! must be the change. Musica live e dj set Ingresso 5 euro. Gli eventi GULP! Sono stati tra i più acclamati della scorsa stagione. Grande voglia di divertimento ed integrazioni senza preconcetto alcuno. GULP! si fa bandiera di buona musica, arte, spettacolo ed integrazione sociale. L'invito è quello ad essere sempre se stessi, liberi da ogni maschera e preconcetto, liberi di amare senza vincoli e tabù. Gli eventi GULP! si caratterizzano per musica di qualità, concerti live e artisti spesso lontani dalla realtà fiorentina.



SABATO 27 MESCARÌA + TWO PISCES IN ALTO MARE. Mescarìa è la fusione tra il termine “mmesca”, che significa “mescolare” e la parola “aria” che in campo musicale identifica uno stile vocale caratterizzato dall'andamento di una cantilena, definito come “canto ad aria”. Il loro spettacolo è un impasto di brani scovati nella memoria, che partono dalla musica del Sud Italia e dalla Grecìa Salentina fino a raggiungere i Balcani. Two Pisces è una formazione dedita con passione e scrupolo filologico a far rivivere la musica popolare del sud Italia ed a valorizzarne gli aspetti coreutici. Il repertorio include anche brani originali, che trattano temi legati alla cultura popolare.

L’acquacotta

Testo di Roberto Di Ferdinando

Immagine tratta dal sito: Il Giornale del Cibo
L’acquacotta è una tipica zuppa della tradizione gastronomica della maremma toscana e laziale. Si è poi diffusa in tutta la Toscana arrivando anche a Firenze, portata dai pastori fiorentini ed aretini che con la transumanza (trans-humus, attraverso la terra: nei periodi invernali le mandrie ed i greggi erano trasferite a pascolo verso zone più miti) giungevano con i propri capi di bestiame in Maremma e vi rimanevano almeno tre mesi. Qui entravano in contatto con le usanze locali, tra cui la gastronomia; difatti l’acquacotta era detta anche il pasto dei butteri (i mandriani a cavallo tipici della Maremma). Questo piatto rientra nella categoria delle tradizionali zuppe toscane, originaria anch’essa dalla cultura contadina e fatta di ingredienti “poveri”, spesso avanzati da pasti precedenti. E come ogni zuppa toscana non esiste un’unica ricetta, ma varia con il variare della zona, anche all’interno della stessa Maremma. Comunque, nell’acquacotta toscana gli ingredienti che non possono mancare sono i seguenti: cipolla, pomodoro, acqua, olio d'oliva, sedano, carota, basilico, pane casalingo raffermo abbrustolito, pecorino grattugiato e uovo.
RDF

La ricetta dell'Acquacotta

Dal 1° al 13 Febbraio - ITI Leonardo da Vinci - mostra fotografica “I reclusi: scatti di creature dietro le sbarre” - Ingresso libero

Da lunedì 1 al sabato 13 febbraio 2016
Presso l’ITI Leonardo da Vinci a Firenze - Via del Terzolle, 91
torna la mostra "I reclusi" scatti di creature dietro le sbarre
portateamici e conoscenti: fatelo dal 1 al 13 febbraio:


I Reclusi: scatti di creature dietro le sbarre

è visibile la mostra fotografica “I reclusi: scatti di creature dietro le sbarre”.

I pannelli oltre a riprodurre le foto di svariati animali rinchiusi nei più importanti zoo della Toscana, spiegano la loro storia.

Ingresso gratuito in orario di apertura della Biblioteca dell’ITI: dal lunedì al venerdì 8 -13; martedì e giovedì  14 – 17.

L’inaugurazione con la presentazione è lunedì 1 febbraio alle 11 presso l’Aula Magna dell’ITI Leonardo da Vinci.

Ingresso libero.

31 Gennaio - Le Murate - Aperitivo & Concerto 'SUONI' FRA UN LIBRO ED UN CAFFÈ Fiati e corde pizzicate in concerto+Concerto

DOMENICA 31 GENNAIO

h 12:00  -  Aperitivo & Concerto
'SUONI' FRA UN LIBRO ED UN CAFFÈ
Fiati e corde pizzicate in concerto

Con gli allievi e a cura del Centro Studi Musica & Arte, Associazione culturale accreditata dalla Regione Toscana e dal MIUR
Musiche di L. van Beethoven, F. Carulli, E. Grieg, E. Köhler, W. A. Mozart


La Bottega del Cinema/Cineteca di Firenze presenta:
À propos de Paris 1 - Parigi internazionale
h 21:00  -  Cineteca

I COLORI DELL'ANIMA ( Modigliani, Picasso, Renoir)

Di Mick Davis. Con Andy Garcia, Elsa Zylberstein, Omid Djalili, Susie Amy, Peter Capaldi – USA – 2004 – 128’

Un film sfrontato ma rispettabile imperniato sulla rivalità tra Modì e Picasso. È una pellicola che crea disagio, tra luci ed ombre, impressioni geniali e cadute rovinose nell'agiografia e nella convenzione narrativa. Ma di certo il regista Mick Davis merita l'onore delle armi. C'è, nel percorso finale dell'esistenza del nostro grande pittore, una notevole sensibilità registica. Davis con ben assestati colpi di pennello mostra impietosamente la Parigi del primo ventennio del secolo scorso, con la fotografia e le scenografie che ricordano i dagherrotipi, quelle stampe un po' bruciate che riconducono al passato con un velo di malinconia, che nel film abbonda rendendolo talora intollerabile.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

30 Gennaio - Le Murate - Presentazione libro con Autore Nardini Editore e Maria Rosaria Perilli presentano: VIAGGIO A NAPOLI, DI CHARLES BAUDELAIRE+Concerto

SABATO 30 GENNAIO

h 18:30  -  Presentazione libro con Autore
Nardini Editore e Maria Rosaria Perilli presentano:
VIAGGIO A NAPOLI, DI CHARLES BAUDELAIRE

Intervengono: Claudio Di Benedetto, Direttore della Biblioteca degli Uffizi, Firenze; Domenico De Martino, coordinatore delle pubblicazioni Accademia della Crusca, Firenze;
Partecipano: Maria Rosaria Perilli, autrice; Ennio Bazzoni, editore
Con letture, musiche e video

Una sorpresa editoriale, un regalo a Napoli e a tutti i lettori…
Ma allora Baudelaire è stato a Napoli…. ed Edgar Degas gli ha fatto da guida… Ha incontrato il marchese di Caccavone? Ha suggerito il nome al Gambrinus? Era proprio lì quando Garibaldi parlava dal balcone, il 7 settembre 1860? E racconta il suo viaggio, da vero viaggiatore? Per avere queste e altre risposte, non c'è altro modo che partecipare alla presentazione del "suo" libro…

Questo libro è un regalo e una sorpresa. Un regalo a Napoli e alla sua bellezza, alla sua umanità e alla sua cultura. Una sorpresa perché racconta un viaggio, un vero viaggio a Napoli, con le parole di Charles Baudelaire.
"Città Mai Viste" è il titolo della collana che questo libro inaugura. Forse mai viste così, ma incredibilmente vere, sul filo dei ricordi di soggiorni romantici o di conoscenza, sulle tracce di viaggiatori fantastici e di viaggi forse solo sognati.
Maria Rosaria Perilli: poetessa e scrittrice campana, vive a Firenze. Prende Baudelaire per mano e gli chiede di raccontarci luoghi e atmosfere dove la Napoli vera di ieri e di oggi può ritrovarsi e sognare un viaggio tutto da leggere e da gustare.


h 22:30  -  Concerto
THE IN BETWEEN

Giulia Galliani | voce
Andrea Scognamillo | chitarra
Franco Fabbrini | contrabbasso e basso elettrico
Andrea Beninati | batteria e violoncello

Una formazione piacevolissima che propone al pubblico una sonorità ricercata ma discreta, intimista e consapevole. Un concerto Jazz con più di un riferimento alle atmosfere Folk di grandi come Joni Mitchell, Ricky Lee Jones...Oltre alla voce calda e sicura di Giulia Galliani prevale la dimensione acustica, impreziosita dalle abilità strumentali di Andrea Scognamillo alla chitarra e dalle linee essenziali ma efficaci di Franco Fabbrini al contrabbasso e basso elettrico, nonché di Andrea Beninati alla batteria e violoncello.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Piazza della Signoria: il David

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Chi pratica impara, e guadagna sempre"

venerdì 29 gennaio 2016

31 Gennaio - La Raccolta - Incontro con Anton Gerona: L’Anima Parla


29 Gennaio - Le Murate - Presentazione Rivista Presentazione del #numeroquattro di con.tempo rivista di narrativa breve inedita CON.TEMPO+Concerto

VENERDI' 29 GENNAIO

    h 18:30  -  Presentazione Rivista
Presentazione del #numeroquattro di con.tempo rivista di narrativa breve inedita

CON.TEMPO

Intervengono Emmanuela Carbé, scrittrice; Francesca Dattilo, fotografa/designer; Carlo Benedetti, direttore editoriale con.tempo

con.tempo è al suo #numeroquattro e ospita sette racconti di scrittori esordienti e uno di Emmanuela Carbé, autrice di Mio salmone domestico. Manuale per la costruzione di un mondo. Tutti visti, immaginati e impaginati attraverso gli occhi di Francesca Dattilo, designer e fotografa fiorentina.

    h 22:30  -  Concerto

ET - Ensemble Terrible

Simone Pascarella | guitar
Marco Benedetti | bass
Simone Tecla | drums

Il longevo trio ET - Ensemble Terrible nato nel 2008 è l'unione di tre personalità complementari. I suoni della chitarra mescolano le melodie e le improvvisazioni in modo espressivo, la batteria utilizza linguaggi narrativi e sonorità stratificate, il basso è la voce della terra che infonde sicurezza. Il trio si presenta nel 2016 con nuove composizioni e nuove riletture di famosi brani che fanno parte del repertorio storico della band. Nuovi sapori e nuove visioni.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

31 Gennaio - Lo scrittore Alan D. Altieri alla libreria Mucho Mojo

Lo scrittore Alan D. Altieri alla libreria Mucho Mojo
 Alan D. Altieri è l'ultimo grande scrittore che verrà presentato alla Libreria Mucho Mojo di Firenze, domenica 31 gennaio alle ore 19.00.
Nei locali di via San Niccolò 23r (c/o Speakeasy 23), la conversazione con l’autore sarà moderata da Edoardo Rialti.

Alan D. Altieri: scrittore milanese, traduttore e sceneggiatore, nel 1981 pubblica il suo primo romanzo Città oscura, un thriller d'azione di ambientazione metropolitana, a cui farà seguito Città di ombre (prima edizione1992). Dal 1983 al 1987 collabora con il produttore Dino De Laurentiis e lavora con varie mansioni (story editor, ecc.) ai film Atto di forza, Conan il distruttore, L'anno del dragone e Velluto blu.
Nel 2013 avvia una nuova saga di fantascienza con il libro Juggernaut pubblicato dalla TEA.
Accanto all'attività di scrittore Altieri porta avanti quella di traduttore.

Nel corso degli anni traduce importanti autori quali Andy McNab (di cui traduce l'autobiografia), David Robbins, Stuart Woods; traduce anche i primi due volumi del Preludio a Dune scritti da Brian Herbert e Kevin J. Anderson, le Cronache del ghiaccio e del fuoco, la saga fantasy di George R. R. Martin; per i Meridiani Mondadori ha tradotto i racconti di Raymond Chandler e i romanzi di Dashiell Hammett.
Ha recentemente curato e tradotto per Feltrinelli un'antologia di racconti di H.P.Lovecraft.



www.facebook.com/events/1031199436942934


Libreria Mucho Mojo
c/o Speakeasy 23
via San Niccolò 23r, Firenze

Museo dell'Opera del Duomo

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Chi arricchisce in un anno, è impiccato in un mese"

giovedì 28 gennaio 2016

Museo Opera del Duomo

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Per arricchire ci vogliono tre r, o redare, o rubare, o ridire"

mercoledì 27 gennaio 2016

Il cielo sopra Firenze

Foto di Giuseppe Cabras


27 gennaio - Biblioteca Villa Bandini: Giornata della Memoria

In occasione della Giornata della Memoria 2016, in collaborazione col Quartiere 3, alle ore 17 verrà inaugurata la mostra di fotografie di Paolo Matteoni "I Campi". La mostra rimarrà aperta fino al 6 febbraio. A seguire, verranno eseguiti brani musicali sulla Shoah e sulla resistenza dal gruppo musicale MuDi Musica d'insieme e verrà proiettato il video "A forza di essere vento", testimonianze di Rom e Sinti nei campi di sterminio, a cura della sezione ANPI Oltrarno
Biblioteca Villa Bandini
via di Ripoli, 118 - via del Paradiso, 5
Tel: 055 6585124-127
Fax: 055 685388
Email: bibliotecavillabandini@comune.fi.it

Modi di dire: “avere l’argento vivo addosso

Testo di Roberto Di Ferdinando

argomentidifisica.wordpress.com
Si usa spesso riferendoci a bambini, ragazzi molto vivaci, che (sanamente) non si fermano e non si stancano mai. L’espressione proviene dall’usanza, nell’antichità, di chiamare il mercurio, argento vivo. Infatti, il mercurio ha lo stesso colore dell’argento e se osserviamo una pallina di mercurio scorrere su una superficie, vediamo che non si ferma mai ed è imprendibile, da qui il suo “vivo” e da qui l’utilizzo nel descrivere bambini super attivi.
RDF

Associazione Archeosofica: APERTE LE ISCRIZIONI AL CORSO DI PITTURA ICONOGRAFICA CHE INIZIA VENERDI 29 GENNAIO

APERTE LE ISCRIZIONI AL CORSO DI PITTURA
ICONOGRAFICA CHE INIZIA VENERDI 29 GENNAIO ALLE ORE 21.00.
Le lezioni si terranno tutti i Venerdì dalle 21 alle 23,30 dal 29
Gennaio fino all’8 di Aprile.
In questo corso di primo livello della durata di 10 lezioni, rivolto
anche a coloro che non hanno nessuna esperienza pittorica, i partecipanti si
avvicineranno alla conoscenza della tecnica pittorica iconografica,
realizzando una icona su tavola di legno, già pronta per essere dipinta.

Gli allievi prepareranno da sé la tempera all’uovo con i pigmenti
naturali, come indicato dalla tradizione iconografica, e dipingeranno iniziando
dai fondi fino a giungere gradatamente a realizzare il volto della figura
scelta e terminando con la verniciatura dell’icona realizzata.

Seguirà una giornata intensiva dove potremo trattare più a fondo un
argomento accennato durante il corso e in corsi successivi potranno
essere approfonditi via via tutti i procedimenti.

Il materiale necessario (pigmenti di varia natura, pennelli di diverse
dimensioni e caratteristiche, vernici finali ecc.) sarà fornito dal
laboratorio stesso e il dipinto finito sarà vostro.

Da parte nostra ci sarà il piacere di far conoscere e insegnare una
tecnica pittorica antichissima tramandata da celebri personaggi del passato e
ancora oggi di grande valore per esprimere al meglio il nostro essere, la
nostra natura.

Per una breve presentazione e IL PROGRAMMA DELLE LEZIONI visitate il
nostro blog:
http://archeosofiafirenze.org/2016/01/15/29-gennaio-2016-inizia-il-nuovo-corso-di-pittura-iconografica-a-firenze/


Associazione Archeosofica, sezione di Firenze
Lungarno Guicciardini 11 rosso
tel. 055-215.940
info.firenze@boxletter.net
http://archeosofiafirenze.org
SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK: https://www.facebook.com/archeosofiafirenze

27 Gennaio - Le Murate: Il gruppo di artisti MESTO, in collaborazione con il Caffè Letterario Le Murate, presenta: USE ME: FLORENCE 2016

MERCOLEDI' 27 GENNAIO


    h 19:00  -  Evento
Il gruppo di artisti MESTO, in collaborazione con il Caffè Letterario Le Murate, presenta:

USE ME: FLORENCE 2016

"USE ME" si è svolto a Firenze dal 8 al 15 gennaio 2016.
In 50 luoghi della città sono state posizionate 50 tele con pennarelli e i cittadini sono stati invitati a usarle - disegnare, dipingere, incollare, scrivere. Il progetto era gratuito e rivolto a tutti. Ogni giorno le tele utilizzate sono state collezionate e sostituite con nuove.
Saranno esposte più di 120 opere d'arte realizzate da cittadini, turisti, passanti per le strade di Firenze.
Invitiamo tutti a partecipare a questo evento artistico assieme ad altre persone appassionate di arte e creatività.

Per saperne di più su Experience Art: USE ME www.mesto.in

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

La Cupola

Foto di Marco Giorgi


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Per essere ricco, bisogna avere un parente a casa del diavolo"

martedì 26 gennaio 2016

Modi di dire: “Tirare il calzino” e "Tirare le cuoia"

Testo di Roberto Di Ferdinando

Foto tratta da: it.wikipedia.org
E’ l’ultimo gesto che faremo nella nostra vita, infatti, quest’espressione indica il morire, il più volgare “tirare le cuoia”. La sua origine è incerta. Chi la fa derivare proprio dal gesto che il moribondo, contratto dalla sofferenza, fa nel momento di esalare l’ultimo respiro: allenta le tensioni e da un piccolo scossone con il piede, quasi a far sfilare il calzino (il termine non fa distinzione, come la morte, tra uomini e donne). Altri, invece, ritengono che nasca da vecchie usanze popolari; cioè quando la povertà era molto più diffusa di oggi, e le persone morivano senza che i loro parenti avessero qualche vestito elegante da far indossare alla salma nella bara. Così tutti chiedevano ad amici e conoscenti qualche indumento, spesso di misure non adatte. Spesso questi indumenti erano proprio i calzini che difficilmente entravano nei piedi dello sfortunato, e chi doveva vestirlo doveva a forza tirarli per farli entrare. Così tanta fatica doveva impiegare chi doveva vestire i morti che, dopo alcuni giorni dal decesso, avevano, per i gas che si liberavano nell’intestino, le pance gonfie. Per vestirli e chiudere la cintura di cuoio, anche qui occorreva molta energia (tirare le cuoia). Su quest’ultima espressione si dice, anche, che l’origine dipenda dal fatto che la pelle del deceduto di distende, si tira, da qui: “tirare la pelle”. Amen.
RDF

30 Gennaio - Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze: Laboratorio: "Robotics Club Family Senior"

Laboratorio: "Robotics Club Family Senior"
Per bambini dai 9 anni e adulti - Un percorso di introduzione alla Robotica Educativa utilizzando i kit Lego Mindstorms Education EV3 per imparare a capire cosa sono i robot
Programma completo eventi: http://il-laboratorio.academy/robotics-club-family/
30 Gennaio 2016  -  ore 15-17
Sede:
   
Via Romana 17, Firenze
Organizzazione:
   
Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze
Per informazioni:
   
prenotazioni@terzacultura.it

27 Gennaio - Institut français Firenze: Un monologo teatrale che “suona” come un concerto rock Per la prima volta in Italia, nell’ambito di France Odeon-Atelier

Un monologo teatrale che “suona” come un concerto rock
Per la prima volta in Italia, nell’ambito di France Odeon-Atelier

In scena l’attore e cantante Tcheky Karyo (“Nikita”), regia di Jean Michel Roux,
da un testo del poeta e drammaturgo Zeno Bianu


Mercoledì 27 gennaio 2016 – ore 20 – biglietto 10 euro
Institut français Firenze - piazza Ognissanti, 2 – Firenze
Tcheky Karyo
Jimi Hendrix
(monologue électrique)

France Odeon-Atelier (derivazione del festival di cinema che prosegue nel corso dell'anno con la promozione della cultura francese) e Institut Français  presentano, mercoledì 27 gennaio 2016 ore 20 - unica data - al Teatrino dell'Institut français Firenze, “Jimi Hendrix (monologue électrique)”, un monologo teatrale che “suona” come un concerto rock, interpretato da Tcheky Karyo, attore noto per le sue molteplici esperienze in Europa e negli Stati Uniti, una tra tutte il ruolo di co-protagonista in "Nikita", di Luc Besson.

18 settembre 1970. Hendrix muore di overdose al Samarkand Hotel di Londra.

Tra  i tanti progetti, lascia un’ultima poesia che inizia con queste parole: “La storia della vita è più veloce di un battito di ciglia”. Il poeta e drammaturgo Zeno Bianu ha immaginato i primi momenti di Jimi Hendrix dopo la sua morte, rivisitandone la folgorante carriera nel monologo poetico “Jimi Hendrix (monologue électrique)”.

Lo spettacolo, ideato dal regista Jean Michel Roux e dall’attore e cantante Tcheky Karyo, e realizzato in collaborazione con l'ingegnere del suono Philippe Moja, è incentrato sulla voce di Karyo, amplificata e filtrata attraverso effetti sonori che rimandano allo stile di Hendrix.

Intrisa di atmosfere elettriche, fuzz e feedback, la colonna sonora è parte integrante di una messa in scena volutamente minimale. Il risultato è quasi un limbo ipnotico, segnato dal testo e dall’interpretazione di Tcheky Karyo, attore di grande fama, da qualche anno al centro anche di una prolifica carriera musicale.

La collaborazione tra il regista Jean Michel Roux - noto anche per la realizzazione delle colonne sonore dei propri film – e Tcheky Karyo non è nuova: i due hanno lavorato insieme nei film di fantascienza “Trop près des Dieux” e “Les Mille Merveilles de l’Univers”.

L’evento è organizzato in concomitanza con la giornata della memoria, in omaggio alla ‘Génération Bataclan’, per non dimenticare gli attentati di Parigi.
Dice Isabelle Mallez, direttrice dell'Institut français Firenze e Console Onoraria designata di Francia a Firenze: “La giornata della memoria è stata concepita per ricordare l’assoluta tragedia che fu la Shoah, ma in Francia si è poi ampliata ad altre guerre e massacri.

Nel 2015 la Francia è stata duramente colpita ed è presto emersa la definizione ‘Génération Bataclan’, per indicare le vittime degli attentati di novembre, a Parigi; persone colpite nei luoghi di cultura e socialità, come la sala di concerto del Bataclan o i caffè e i ristoranti del X e XI Arrondissement, quartiere dove si vive un’integrazione riuscita. La scelta della data del 27 gennaio per lo spettacolo in memoria di Hendrix è un clin d’oeil, un piccolo omaggio nostro a queste vittime recenti”.

Dice Tcheky Karyo, protagonista dello spettacolo: “Il senso di questo show sta nella capacità di Hendrix di far vibrare le corde dell’elettricità. E’ la prima volta che lo proponiamo in Italia e l’idea di partire da Firenze, in un giorno così particolare, ci riempie d’orgoglio”.

Quando: mercoledì 27 gennaio – ore 20

Dove: Institut français Firenze, piazza Ognissanti 2

Ingresso: 10 euro

Prevendite: www.boxofficetoscana.it (tel. 055 210804)

Informazioni: tel. 055 2718820 / firenze@institutfrancais.it

Antiche insegne resistono: Via Cavour

Foto di Roberto Di Ferdinando



 



Uffizi: visite gratuite in San Pier Scheraggio tra archeologia e Botticelli

Con l’inizio del nuovo anno e grazie alla disponibilità del personale di vigilanza delle Gallerie degli Uffizi, viene confermato il programma di visite guidate gratuite nella Galleria degli Uffizi.
A cominciare dal prossimo 5 febbraio, il primo venerdì di ogni mese alle ore 15 la Direzione del museo offre la possibilità di visite guidate gratuite all’ex-Chiesa di San Pier Scheraggio, luogo normalmente chiuso al pubblico.
Qui si possono ammirare alcuni reperti archeologici (tre are del I secolo dopo Cristo) e frammenti di affreschi dell’ex-Chiesa del XIII secolo, affreschi staccati di Andrea Del Castagno, opere del Novecento di Alberto Burri, Corrado Cagli, Renato Guttuso, Marino Marini e Venturino Venturi, le Virtù dei Pollaiolo e ben due dipinti di Sandro Botticelli, La Fortezza e il grande affresco staccato dell’Annunciazione, quest’ultima collocata in corrispondenza dell’abside dell’ex-Chiesa.
Le prenotazioni, a cura dell’Ufficio Coordinatori del Servizio della Galleria degli Uffizi, si possono effettuare chiamando il numero 055-2388693, dal martedì al sabato tra le 14.30 e le 16.30. Il ritrovo dei visitatori è sotto il Loggiato degli Uffizi (lato lungo, di Levante) presso la terza porta venendo da piazza della Signoria (detta anche porta 1 dei prenotati), 20 minuti prima della visita. I visitatori dovranno infatti effettuare il controllo del metal detector. Le visite sono riservate a gruppi di massimo 15 partecipanti. È consigliabile non presentarsi con zaini voluminosi e ombrelli.

27 Gennaio e 3 Febbraio - Associazione Archeosofica: serate di benessere - Ingresso libero

MERCOLEDÌ 27 GENNAIO E 3 FEBBRAIO ALLE ORE 21,
due appuntamenti con PATRIZIA ODORICI, Dr.ssa in Scienze motorie e docente
dei nostri corsi di ginnastica psicosomatica e respirazione. INGRESSO
LIBERO.

Per leggere un breve articolo di presentazione degli argomenti visitate
il nostro sito alla pagina
http://archeosofiafirenze.org/2016/01/19/27-gennaio-e-3-febbraio-2016-benessere-armonia-del-corpo-e-dellanima/



Associazione Archeosofica, Sezione di Firenze
Lungarno Guicciardini, 11/r
50125 Firenze
Tel. 055215940
info.firenze@boxletter.net
http://archeosofiafirenze.org
SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK https://www.facebook.com/archeosofiafirenze

26 gennaio - Le Murate - Presentazione del Libro con l'Autore: NON C'È FUTURO SENZA MEMORIA

     MARTEDI' 26 GENNAIO


    h 18:30  -  Presentazione del Libro con l'Autore
In occasione del Giorno della Memoria, l'Associazione culturale La Nottola di Minerva, in collaborazione con Amnesty International Italia e Micaela Frulli, docente di Diritto internazionale e diritti umani, Università di Firenze, presentano il libro Il ring degli angeli, di Stefano Paolo Giussani, edito da Robin Edizioni, e lo spettacolo teatrale Bent, di Martin Sherman, in scena al Teatro di Rifredi per la regia di Lorenzo Tarocchi (Cervelli in tempesta)

NON C'È FUTURO SENZA MEMORIA

«Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali».
(Costituzione della Repubblica Italiana, art. 3)

L'autore, Stefano Paolo Giussani, dialoga con Micaela Frulli
Voci recitanti Gabriele Giaffreda, Henrj Bartolini, Alessandro Novolissi e Francesco Tasselli

Ebrei, rom, nomadi, minoranze religiose e omosessuali, dietro il filo spinato dei campi di concentramento, sono stati, per circa un decennio, espulsi dal consorzio umano. Un libro che raccoglie sedici racconti e una fiaba sul tema dell’omofobia e uno spettacolo teatrale che narra l'incontro e l'amore tra due omosessuali nella condizione più estrema, il campo di concentramento, per riflettere e discutere su temi che oggi come ieri rimangono purtroppo terribilmente attuali.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Virtù e fortuna non istanno di casa assieme"

lunedì 25 gennaio 2016

Giardino Bardini: "Il Dono dell'Armonia"

Foto di Angela Lidia Larosa


La granata…..

Immagine tratta da: picssr.com
Testo di Roberto Di Ferdinando

E’ una parola usata esclusivamente a Firenze, ma anche in alcune zone della Toscana, per indicare la scopa con cui spazzare per terra. L’origine della parola deriva dalla sua composizione, infatti, realizzata ordinariamente con la saggina o con scopa non conciata, cioè con fini rami che mantengono attaccate le loro bacche (coccole) o, appunto, grani.
RDF

28 Gennaio - Lyceum Club Internazionale: Jas Gawronski presenta a Firenze il suo ultimo libro ‘A cena dal Papa e altre storie’ - Ingresso libero

Jas Gawronski presenta a Firenze il suo ultimo libro ‘A cena dal Papa e altre storie’

A introdurre e conversare con il famoso giornalista, a lungo parlamentare europeo, il 28 gennaio al Lyceum Club Internazionale di Firenze, sarà il direttore de La Nazione Pier Francesco De Robertis. Ingresso libero.
                                                                                                                                                                                                                             
Dalla sua più celebre intervista, tradotta in tutto il mondo, a Papa Wojtyla, sino all’ultimo capitolo col ritratto inedito, e frutto di un’assidua frequentazione, dell’avvocato Giovanni Agnelli, «uomo straordinariamente ironico» che gli ha trasmesso «il culto delle cose belle: i quadri, le donne, i paesaggi, incarnando, in un certo senso, l'estetica dell'esistenza». Nel mezzo, resoconti di viaggi speciali (Bhutan, Laos, Corea del nord, Kazakistan…) e interviste ad alcune importanti figure storiche, fra cui Fidel Castro, il sandinista Ortega, Martin Luther King, Malcom X, Jaruzelski. 

Sono i contenuti di ‘A cena dal Papa e altre storie’ (Aragno 2015), l’ultimo libro di Jas Gawronski, celebre giornalista, a lungo impegnato come parlamentare europeo, che giovedì 28 gennaio sarà al Lyceum Club Internazionale di Firenze per parlarne, insieme al direttore del quotidiano La Nazione Pier Francesco De Robertis, in un incontro curato da Donatella Lippi, presidente dello storico club femminile fiorentino, e dalla sezione Letteratura del Lyceum.

‘A cena dal Papa e altre storie’ raccoglie gli articoli più significativi della prestigiosa carriera giornalistica di Jas Gawronski, a cominciare appunto da quella intervista del 1993 (sia in polacco sia in italiano, ma poi pubblicata in tantissime altre lingue) «ad un Santo, il Pontefice Giovanni Paolo II, che è stato veramente re del mondo», come dice Donatella Lippi: il papa «che ha guidato l’umanità nel passaggio tra il secondo e il terzo millennio e ha cambiato la Storia». Da segnalare che, nel libro, l’intervista contiene alcuni particolari che non erano mai stati svelati prima. Tra gli incontri di cui si parla nel testo non ci sono solo quelli con politici o leader di movimenti, ma anche con intellettuali e scienziati, quali il critico letterario ungherese György Lukács e il medico e virologo polacco naturalizzato statunitense Albert Sabin, noto per aver sviluppato il vaccino contro la poliomielite.

Jas Gawronski, scoperto da Enzo Biagi e Sergio Zavoli e loro collaboratore alla Rai per i servizi televisivi da Vietnam, Taiwan, India, Stati Uniti, Europa dell’Est, è stato corrispondente della Rai da New York, Parigi, Mosca, Varsavia. Dal 1985 ha collaborato con le reti Fininvest e con il quotidiano La Stampa. È stato senatore, portavoce del presidente del consiglio Silvio Berlusconi e per cinque legislature deputato al parlamento europeo. Così lo ha descritto Enzo Bettiza nella prefazione del libro: «una carriera folgorante, dalla Polonia, sua seconda patria dopo l’Italia, lo ha portato in ogni parte del mondo, alternando la macchina da scrivere con la macchina da presa. Incalzato da una inquietudine più slava che latina, il nomade Jas sarebbe apparso accanto ai maggiori e più diversi personaggi del nostro tempo.», lui che, come sostiene, «ha sempre detestato la finta profondità delle ideologie».

Le attività del Lyceum Club Internazionale di Firenze hanno il sostegno dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze e il patrocinio del Comune di Firenze.

Galleria degli Uffizi: visite guidate gratuite per portatori di disabilità

Con l’inizio del nuovo anno e grazie alla disponibilità del personale di vigilanza delle Gallerie
degli Uffizi, viene confermato il programma il programma di visite guidate gratuite nella Galleria
degli Uffizi per i portatori disabilità.
A iniziare dal prossimo 5 febbraio, ogni primo venerdì del mese alle 10.15 la Direzione del
museo offre la possibilità di visite guidate gratuite nella Galleria degli Uffizi alle persone
portatrici di disabilità grazie all’accompagnamento del personale.
Si tratta di una nuova opportunità di visitare il museo oltre alla consueta possibilità di effettuare
percorsi in autonomia, a cura del personale di custodia della Galleria, appositamente formato
nell’ottica di un essenziale processo di adeguamento del Museo a standard più elevati di
accoglienza e ponendosi come obiettivo l’opportunità di elevare la qualità di fruizione per questa
tipologia di utenza. Il percorso si snoda attraverso sia le opere della originale collezione medicea di
statuaria classica degli “Uffizi da toccare”, sia attraverso alcuni capolavori pittorici qui conservati.
Le prenotazioni, a cura dell’Ufficio Coordinatori del Servizio della Galleria degli Uffizi, si
possono effettuare chiamando il numero 055-2388693, dal martedì al sabato tra le 14.30 e le
16.30. Le visite sono riservate a gruppi di massimo 8 partecipanti, compresi gli accompagnatori; il
punto di ritrovo è nel Primo Corridoio, subito dopo lo strappo dei biglietti.
Per i portatori di disabilità visiva è previsto un percorso, denominato “Uffizi da toccare” che si
snoda al secondo piano dell’edificio vasariano, nel quale è possibile effettuare la lettura tattile di 13
sculture e di due copie tridimensionali di pitture.

26 Gennaio - Conferenza: Fascismo, guerra e shoah nel calcio - BiblioteCaNova Isolotto

Fascismo, guerra e shoah nel calcio - BiblioteCaNova Isolotto
Martedi' 26 gennaio alle ore 18.00, un incontro per raccontare come in Italia la shoah e le persecuzioni degli anni precedenti abbiano toccato anche il mondo dello sport, segnando particolarmente la storia del calcio.

La shoah è stata preparata dalle persecuzioni degli anni precedenti. In Italia dalle leggi razziali che
hanno riguardato ogni sfera della società; dalla scuola alle università, dalla pubblica amministrazione ad
ogni luogo di lavoro, dal mondo delle arti a quello dello sport, segnando particolarmente la storia del
calcio. Insieme a Massimo Cervelli , Regione Toscana e  Ugo Caffaz , antropologo.
BiblioteCaNova Isolotto
Indirizzo: Via Chiusi, 3/4, 50142 Firenze
Telefono:055 710834

26 e 27 Gennaio - Cantiere Futurarte mette in relazioni locali e artisti

Cantiere Futurarte mette in relazioni locali e artisti:

Martedì 26 Gennaio saremo al The Speakeasy 23 (Via di San Niccolò 23 rosso, Firenze) con lo spettacolo "SEMEN" di e con Alessio Montagnani. Alessio da Novembre collabora attivamente con il Cantiere e porterà uno spettacolo su cui sta lavorando, un passo ulteriore dopo la rappresentazione del 18 Novembre scorso al Caffè degli Artigiani.
Mercoledì 27 Gennaio invece abbiamo deciso di far sperimentare un gruppo di recente formazione la Compagnia dei Manichini nel Giorno della Memoria al Caffè degli Artigiani (Via dello Sprone 16 rosso, Firenze). Loro hanno deciso di partire da  La moglie ebrea di Bertolt Brecht.
Prenotazione consigliatissima
The Speakeasy 23 055/2346502
Caffè degli Arrtigiani 055/291882

Dalle ore 19 in entrambi i locali si può consumare un aperitivo al costo di 5 €.

Cantiere Futurarte
info cantierefuturarte@gmail.com
https://www.cantierefuturarte.com/
https://www.facebook.com/cantierefuturarte
#cantierefuturarte
Canale Youtube

27 Gennaio - Fondazione il Fiore - Giorno della memoria: testimonianza di Auschwitz nella pittura di Buba Weisz Sajovits (A-11147) - Ingresso libero

Giorno della memoria: testimonianza di Auschwitz nella pittura di Buba Weisz Sajovits (A-11147)

Il 27 gennaio presentazione delle sue opere e intervista con Skype dal Messico alla pittrice sopravvissuta al lager, a cura di Martha Canfield e Flavio Fiorani, presso l’aula magna di piazza Brunelleschi 3/4 dell’Università di Firenze. Coordina Maria Giuseppina Caramella, presidente della Fondazione il Fiore. Ingresso libero.



Un’occasione per capire, attraverso una selezione di immagini dei quadri e la testimonianza diretta della voce via Skype di una artista sopravvissuta ai campi di concentramento nazisti, come la pittura sia riuscita a svolgere una essenziale funzione catartica negli anni successivi alla liberazione.

La Fondazione il Fiore e il Centro Studi Jorge Eielson partecipano alle iniziative regionali della Toscana per la celebrazione del Giorno della Memoria 2016 con l’incontro “Testimonianza di Auschwitz nella pittura di Buba Weisz Sajovits (A-11147)”, in programma mercoledì 27 gennaio, alle ore 17, nell’aula magna ex Architettura di piazza Brunelleschi 3/4 dell’Università di Firenze. L’appuntamento è organizzato in collaborazione con la Biblioteca Umanistica dell’ateneo fiorentino diretta da Floriana Tagliabue ed è a ingresso libero.

Buba Weisz Sajovits, ebrea di origine ungherese, nata nel 1928 a Kolozsvár (Cluj), fu deportata a Auschwitz e liberata dai sovietici nel 1945. Insieme al marito si trasferì in Messico, dove vive tutt’ora.

Durante l’incontro, coordinato da Maria Giuseppina Caramella, presidente della Fondazione il Fiore, Martha Canfield, presidente del Centro Studi Jorge Eielson e professore ordinario di Lingua e letteratura ispanoamericana all’Università di Firenze, e Flavio Fiorani, prof. di Lingua e letterature ispano-americane all’Università di Modena e Reggio Emilia, presenteranno prima, con l’ausilio di slide, alcune delle opere pittoriche più significative di Buba che sono nate dalle esperienze vissute nel campo di sterminio (tratte dal libro Ebraismo: una cifra unica e molteplice di prossima pubblicazione).

Seguirà una preziosa intervista in diretta con Skype alla pittrice che, attraverso la sua testimonianza e i suoi racconti, getterà ulteriore luce su come l’attività artistica sia diventata per lei un fondamentale strumento di sopravvivenza.

                                                                                                                                                 

Per ulteriori informazioni, Fondazione il Fiore. Tel.: 055-225074

25 gennaio - Le Murate - Cineteca: À propos de Paris 1 - Parigi internazionale

LUNEDI' 25 GENNAIO

La Bottega del Cinema/Cineteca di Firenze presenta:
À propos de Paris 1  - Parigi internazionale

    h 17:00  -  Cineteca

ANGELO

Di Ernst Lubitsch. Con Melvyn Douglas, Edward Everett Horton, Herbert Marshall, Marlene Dietrich - USA - 1937 - 91'

La moglie di un diplomatico inglese, insoddisfatta del suo matrimonio, si reca a Parigi in cerca di avventure galanti. In casa di una nobile decaduta incontra Anthony con il quale intreccia un flirt.

    h 19:00  -  Cineteca

ARIANNA

Di Billy Wilder. Con Gary Cooper, Maurice Chevalier, Audrey Hepburn, John McGiver, Olga Valéry - USA - 1957 - 130'

Un'adolescente parigina, figlia di un detective privato, s'innamora di uno dei sorvegliati del padre, un playboy americano molto ben accetto dalle signore parigine.

    h 21:30  -  Cineteca

FILM BLU

Di Krzysztof Kieslowski. Con Emmanuelle Riva, Juliette Binoche, Benoit Regent, Yann Tregouet, Florence Pernel - Francia - Polonia -1993 - 95'
Parobola esistenziale alla Kiesolwski

Prima pellicola della celebre trilogia dedicata dal regista polacco Krzysztof Kieslowski ai tre colori della bandiera francese e, di conseguenza, al motto della rivoluzione francese, "Liberté, Égalité, Fraternité". Il film, che gli valse il Leone d'Oro, ci costringe a un confronto impietoso col paradosso della necessità della protagonista di una sorta di "libertà emotiva" che la spinge a un'elaborazione del lutto singolare: Julie, transita attraverso un dolore asciutto ed estremo, quasi schizofrenico, convincendosi che per ricominciare sia necessario annullare le memorie passate e che l'unico mezzo per redimersi dal dolore sia abdicare all'oggetto della sofferenza.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Val più un 'oncia di sorte, che cento libbre di sapere"

domenica 24 gennaio 2016

Il Giglietto

Nella citta' del Giglio il biglietto del bus e' il "Giglietto"

Convitto della Calza

Foto di Elena Fulceri

venerdì 22 gennaio 2016

Antiche insegne resistono: via San Gallo

Foto si Roberto Di Ferdinando

24 Gennaio - Careggi in Musica - Concerto d'Inaugurazione - Ingresso libero

 Careggi in Musica – Aula Magna del Nuovo Ingresso di Careggi (Largo Brambilla, 3)
24 gennaio 2016, ore 10.30
Recital di pianoforte di Nicolas Giacomelli, vincitore del “Premio Eriberto Scarlino” al Premio Crescendo 2015

GUIDE ALL’ASCOLTO: tutte le recite d’opera e i concerti sinfonici all’Opera di Firenze sono preceduti da mezz’ora di conversazione

GUIDE ALL’ASCOLTO

Tutte le recite d’opera e i concerti sinfonici all’Opera di Firenze sono preceduti da mezz’ora di conversazione di Katiuscia Manetta e Marialuisa Pepi nella quale vengono presentati al pubblico, in maniera scientifica ma divulgativa, i contenuti dello spettacolo. Le guide si tengono nello Spazio Incontri del Foyer di Galleria, accessibile con ascensore.

EL AMOR BRUJO / GOYESCAS
23, 26 gennaio, 2 febbraio, ore 19.15
7 febbraio, ore 14.45

GUILLERMO GARCÍA CALVO
4 febbraio, ore 19.15

FRA DIAVOLO
9, 10 febbraio, ore 19.15

JOHN AXELROD
12, 13 febbraio, ore 19.15

LES PÊCHEURS DES PERLES
24, 25, 26, 27 febbraio, ore 19.15
28 febbraio, ore 14.45

KARL-HEINZ STEFFENS
4 marzo, ore 19.15

L’ITALIANA IN ALGERI
15, 16, 22, 23, 26 marzo, ore 19.15
20 marzo, ore 14.45

ALPESH CHAUHAN
19 marzo, ore 19.15

LORENZO FRATINI
24 marzo, ore 19.15

DANIELE GATTI
9 aprile, ore 19.15

http://www.operadifirenze.it/guide-all-ascolto-2015-2016/

Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Chi è nato disgraziato anche le pecore lo mordono"

giovedì 21 gennaio 2016

28 Gennaio - God Save the Wine all'Hard Rock Caffè


Cenacolo della Calza

Foto di Elena Fulceri


24 Gennaio - Le Murate - Cineteca - La Bottega del Cinema/Cineteca di Firenze presenta: À propos de Paris 1 - Parigi internazionale: CIAO PUSSYCAT

DOMENICA 24 GENNAIO

La Bottega del Cinema/Cineteca di Firenze presenta:
À propos de Paris 1  - Parigi internazionale

    h 21:30  -  Cineteca

CIAO PUSSYCAT

Di Clive Donner. Con Ursula Andress, Romy Schneider, Peter O'Toole, Peter Sellers, Paula Prentiss - Gran Bretagna - 1965 - 108'

Una piacevole satira sul sesso, sceneggiata da Woody Allen. Una piacevole satira sul sesso, che deve molta della sua vivacità alla sceneggiatura dell'allora quasi sconosciuto Woody Allen.
   
Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Basilica di Santa Croce: gli eventi di gennaio



Percorsi tematici: Conoscere Beethoven - CONOSCERE BEETHOVEN: LE MAGNIFICHE SINFONIE

Percorsi tematici: Conoscere Beethoven

CONOSCERE BEETHOVEN:
LE MAGNIFICHE SINFONIE

L’integrale delle nove Sinfonie di Ludwig van Beethoven presentata nel corso della Stagione offre l’occasione per un curioso percorso dedicato ad uno dei “monumenti” sinfonici per antonomasia della storia della musica. Seguendo l’ordine cronologico ogni Sinfonia viene analizzata con audio e video nell’interpretazione di un direttore e di un’orchestra diversi fino a comporre un’ideale integrale “di riferimento”.



OPERA DI FIRENZE
Spazio Incontri Foyer di Galleria

27 gennaio, ore 16.00
Daniele Spini
Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 36

3 febbraio, ore 16.00
Francesco Ermini Polacci
Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55 Eroica

10 febbraio, ore 16.00
Luca Summer
Sinfonia n. 4 in si bemolle maggiore op. 60

17 febbraio, ore 16.00
Giuseppe Rossi
Sinfonia n. 5 in do minore op. 67

24 febbraio, ore 16.00
Gregorio Moppi
Sinfonia n. 6 in fa maggiore op. 68 Pastorale

2 marzo, ore 16.00
Cesare Orselli
Sinfonia n. 7 in la maggiore op. 92

9 marzo, ore 16.00
Elisabetta Torselli
Sinfonia n. 8 in fa maggiore op. 93

16 marzo, ore 16.00
Alberto Batisti
Sinfonia n. 9 in re minore op. 125

Come di consueto, tutti gli appuntamenti del programma Oltre il sipario sono a ingresso libero in modo da consentire la più ampia partecipazione possibile.
http://www.operadifirenze.it/oltre-il-sipario/

25 Gennaio - Visita guidata : La via del caffè Nell'ambito dell'iniziativa: "In giro per Firenze e dintorni con il MuseoBus dicembre 2015 – febbraio 2016"

Visita guidata : La via del caffè
Nell'ambito dell'iniziativa: "In giro per Firenze e dintorni con il MuseoBus dicembre 2015 – febbraio 2016"
Programma completo degli incontri: http://www.msn.unifi.it/event/in-giro-per-firenze-e-dintorni-con-il-museobus/
25 Gennaio 2016  -  14.30 - 17.30
Sede:
   
Botanica (Museo di Storia Naturale), via G. La Pira, 4  Firenze
Organizzazione:
   
Museo di Storia Naturale con il contributo della Regione Toscana
Per informazioni:
   
Servizi didattico Divulgativi 055 2756444

Modi di dire: desinare

immagine tratta da tripadvisor.it
Testo di Roberto Di Ferdinando

E’ una parola appartenente al vocabolario italiano, ma ormai la sentiamo pronunciare prevalentemente e solamente a Firenze ed in Toscana. In origine indicava il primo pasto del mattino, ma poi si è iniziato ad usarla per riferirci al pranzo che, specialmente nel mondo contadino, era ritenuto il più importante in quanto il più sostanzioso della giornata.
L’origine della parola è dal francese “disner”, che, a sua volta, deriva dal latino volgare “disieiunare”, cioè: “uscire dal digiuno”.
RDF

24 Gennaio - Aula magna del Rettorato: Lezione: "Le diverse forme del male. Il Novecento: un secolo di stermini" Di Dimitri D'Andrea in occasione della Giornata della Memoria. - Ingresso libero

Lezione: "Le diverse forme del male. Il Novecento: un secolo di stermini"
Di Dimitri D'Andrea in occasione della Giornata della Memoria.
Locandina: http://www.unifi.it/upload/sub/agenda/2016/giornata_memoria_2016.pdf
24 Gennaio 2016  -  ore 10,30
Sede:
   
Aula magna del Rettorato, Piazza S. Marco, 4 Firenze
Organizzazione:
   
Università di Firenze

22 Gennaio - Le Murate - Incontro con l'Autore+Controradio Talk Show+Concerto

VENERDI' 22 GENNAIO

    h 18:00  -  Incontro con l'Autore
L'Associazione culturale La Nottola di Minerva presenta

DIVULGARE PERCHÉ

Sarà presente l'autore Corrado Augias
Intervengono don Andrea Bigalli, Libera; Domenico De Martino, Università di Udine; Ranieri Polese, giornalista

«Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione».
Costituzione della Repubblica Italiana, art. 21

Un incontro per riflettere sulle ragioni e sui modi della divulgazione culturale, insieme a una delle voci che più hanno contribuito alla diffusione del giornalismo culturale sviluppato anche nelle sue implicazioni etiche: a partire dal suo ultimo libro, Le ultime diciotto ore di Gesù (Einaudi 2015).

    h 21:30  -  Controradio Talk Show

"Rock Around the Contest: la musica raccontata da chi la fa, la produce e la promuove" presenta:

KEEF: RITRATTO DI KEITH RICHARDS A COLPI DI RIFF
Smashwords Inc. 2015

Massimo Del Papa e Andrea "Orla" Orlandini (Bandabardò) e la loro insana ossessione per l'incredibile chitarrista dei Rolling Stones. Presentazione del libro e concerto, dal vivo e
in diretta radiofonica su Controradio (FM 93.6 - 98.9).
Coordina: Giustina Terenzi

KEEF: Ritratto di Keith Richards a colpi di riff è un libro di Massimo del Papa. In oltre 70 anni Keith ha superato davvero ogni limite, e non smette di suonare, di creare, di interpretare la vita con quel suo stile improbabile e unico. Questo ritratto è un atto di affetto attraverso le sue avventure, fino al nuovo album solista Crosseyed Heart, raccontato brano per brano. Un apocalittico, un uomo irripetibile che ha reso il mondo un posto più bello, un delinquente con la chitarra al quale davvero tutti debbono almeno un momento di felicità.

    h 22:30  -  Concerto

ROLLING STONES tribute

Tutte le più belle cover del mitico gruppo con la ormai ineguagliabile interpretazione di un grande musicista come Andrea Orlandini.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Dal 21 gennaio, all’Institut français Firenze, nuovo ciclo per i Jeudi cinéma, appuntamento settimanale coi film francesi contemporanei

Dal 21 gennaio, all’Institut français Firenze, nuovo ciclo per i Jeudi cinéma,
appuntamento settimanale coi film francesi contemporanei

I film sono in V.O. con sottotitoli in italiano ad infresso gratuito grazie al contributo di If cinema /Institut français Paris


Il 21 gennaio ore 20 - direttamente dal MyFrenchFilmFestival.com, il festival con le novità del cinema francese di giovani autori, disponibile in tutto il mondo in streaming fino al 18 febbraio - Caprice (2014) commedia romantica di Emmanuel Mouret., in cui si incrociano le vicende di Clément, del suo amico Thomas, della sua compagna Alicia, celebre attrice, e di Caprice, giovane eccessiva e debordante che entra nella loro vita rompendone gli equilibri.

Il 28 gennaio ore 20 secondo appuntamento con il film Hippocrate (2013) di Thomas Lilti.
Ricerca di profitti, personale sotto pressione, forniture scadenti, bugie ai familiari dei pazienti: il ritratto degli ospedali pubblici francesi di Hippocrate, proposto fuori concorso alla cerimonia di chiusura della Semaine de la Critique del 67° Festival di Cannes, è molto istruttivo. Lontano dal documentario, il film parte come fiction seguendo i primi passi di un giovane medico, prima di rivelare la sua vera natura, con un acuto ritratto di temi caldi come il dibattito sull’eutanasia, la vocazione professionale, l’approccio al dolore, l’intervento terapeutico, gli errori medici fino a quello degli esperti medici stranieri che operano come tirocinanti.

Il 04 febbraio ore 20 in programma 2 Automnes 3 Hivers (2012) di Sebastien Betbeder.
Presentato al Torino Film festival, il film racconta la storia di Arman, che a trentatré anni decide che è giunto il momento di cambiare vita: il primo passo è andare a correre. Così il sabato va al parco con le migliori intenzioni, e alla prima curva si scontra con Amélie: molto prima del previsto, la sua vita cambia davvero. Al destino della coppia è legato quello di Benjamin, il migliore amico di Arman, che ha un infarto in seguito a una caduta: mentre i mesi passano le vite dei tre si incrociano, tra ricordi, incidenti e storie d’amore. Tra Jacques Demy ed Eric Rohmer, un film al passo con i tempi, fugace, postmoderno, che ambisce a raccontare una generazione attraverso il ritratto incrociato di quattro trentenni sfasati, socialmente e sentimentalmente a terra.

L’11 febbraio ore 20 in programma Berthe Morisot (2012) di Caroline Champetier.
La storia è ambientata nel 1865 quando, a 25 anni, Berthe Morisot sogna di vivere della propria pittura, di non sposarsi e di restare per sempre con la sorella Edma. La sua famiglia non condivide le sue aspirazioni e vuole imporre un destino più conforme alla ragazza destinata a diventare la prima pittrice professionista donna e la prima impressionista francese.

Il 18 febbraio ore 20 è la volta di Les Conquérants (2013) di Xabi Molia.
Galaad e Noé si ritrovano per il funerale del padre. Fratellastri, non hanno molto in comune. Convinto che la sfortuna li perseguita da quando il padre, avventuriere, ha venduto una reliquia sacra che aveva trovato in una grotta, Galaad convince Noé di partire alla ricerca dell’oggetto rubato e della fortuna che gli sta fuggendo.

Il 25 febbraio ore 20 il divertente Je fais le mort (2012) di Jean-Paul Salomé.
Lasciato dalla moglie e cacciato dall’ultimo set senza tanti complimenti, Jean, un attore di scarso successo si reca all’ufficio di collocamento alla ricerca di un ruolo qualsiasi. Accetta così un incarico quanto meno singolare: farà “il morto” sulle scene del crimine così da permettere a Polizia e Magistratura di ricostruire la dinamica degli omicidi. Una commedia nera e un poliziesco sentimentale che ha fatto pensare ad alcuni critici a Finalmente domenica! di François Truffaut.

A marzo, il 03, alle ore 20, Queen of Montreuil (2012) di Solveig Anspach..
Presentato alle Giornate degli autori del Festival di Venezia, il film – racconta la regista – “è una commedia su Agathe e su un lutto che elabora grazie all'arrivo di islandesi accompagnati da un leone marino; un film sulle famiglie che creiamo per noi stessi, perché a volte è difficile stare in piedi da soli quando non si hanno radici, e perché comunque è sempre meglio stare insieme con molte persone che vivere per conto proprio”.

Il 07 aprile ore 20 infine Week-ends (2013) di Anne Villacèque.
Basta poco per rovinare un week-end in campagna. Un semplice malinteso sul parcheggio di un supermercato, un cattivo riflesso e tutto va a monte. La vita di Christine sta cambiando. Jean vuole divorziare da lei. I suoi amici di sempre, Sylvette e Ulrich, si allontanano e sono meno amichevoli con lei. Ma la vita ci riserva sempre delle sorprese. Amori e disamori nella vita di due coppie, è il tempo dei week-end.


Dove: Institut français Firenze.
Vo con sottotitoli in italiano.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Info: Tel 055 2718801 - firenze@institutfrancais.it
institutfrancais-firenze.com

Firenze

Foto di Elena Fulceri


24 Gennaio - Museo Galileo - Visita guidata: "Galileo, una casa e un museo". Nell'ambito dell'iniziativa: "In giro per Firenze e dintorni con il MuseoBus dicembre 2015 – febbraio 2016"

Visita guidata: "Galileo, una casa e un museo"
Nell'ambito dell'iniziativa: "In giro per Firenze e dintorni con il MuseoBus dicembre 2015 – febbraio 2016"
Programma completo: http://www.msn.unifi.it/event/in-giro-per-firenze-e-dintorni-con-il-museobus/
24 Gennaio 2016  -  ore 10.30 - 12.30
Sede:
   
Museo Galileo, Piazza dei Giudici 1 Firenze
Si prosegue alla "Villa Il Gioiello" (Pian de' Giullari)
Organizzazione:
   
Museo di Storia Naturale con il contributo della Regione Toscana
Per informazioni:
   
Servizi didattico-divulgativi 055 2756444

22 e 23 Gennaio - Tender Club: ARRIVA CALCUTTA_ l’indie cantautore del momento STATUTO_presentiamo l’album e andiamo alla partita

ARRIVA CALCUTTA_ l’indie cantautore del momento
STATUTO_presentiamo l’album e andiamo alla partita


Venerdì 22 gennaio 2016 – dalle ore 22 – Tender Club
via Alamanni, 4 – Firenze – 5 euro (aftershow 3 euro)
CALCUTTA
Aftershow djset:  Fritz Orlowski DJ & Gruvy dj

Dal sito di RollingStone Italia: “Esclusi a centinaia, venerdì sera, dal concerto tutto esaurito al Covo Club di Bologna, dove i fan hanno intonato "Gaetano", "Frosinone" e gli altri brani dell’album "Mainstream".

Era la scorsa settimana e venerdì 22 gennaio tocca al Tender. Calcutta, ovviamente. Il nuovo che avanza dell’indie tricolore, il cantautore che ha stropicciato Battisti e sgualcito Vasco Rossi, che sta a mezzo tra i concittadini I Cani e sua maestà Brunori.

E sta pure su Youtube, sui network nazionali, nelle classifiche di fine anno e sulle pagine delle riviste patinate. Perché l’attitudine “alt” di Calcutta è declinata nella sua accezione più pop. Ma proprio pop ehhh!

Non è un caso che l’album della svolta, uscito lo scorso novembre, s’intitoli “Mainstream”: chiaro il gioco di parole no? “Mainstream” è un disco pop rovesciato in 10 tracce d’amore immediato. E’ un disco per tutti, e non ci sarebbe neanche bisogno di dirlo.

Calcutta nasce e vive fra Latina e Roma. Suona in lungo e in largo per la Penisola, nei locali, negli scantinati e a casa della gente. Canta di gite pontine, amori veri o immaginati e piccole cose che saranno capitate anche a voi. Nel 2012 incide un disco per Geograph Records che si chiama “Forse…” e diventa un piccolo culto.

Calcutta venerdì 22 gennaio al Tender. Ci sarà la coda e qualcuno resterà fuori, potete scommetterci.



Sabato 23 gennaio 2016 – dalle ore 22 – Tender Club
via Alamanni, 4 – Firenze – 12 euro (aftershow 5 euro)
Tender Football Clan
STATUTO
Presentazione nuovo album
Amore di classe
Aftershow djset:  Henry + Gighe + Nuti + Fulci & Dr Rose

Con oltre trent’anni di attività, gli Statuto sono un punto fermo del mod italiano, e non solo.

Col tempo la band torinese ha affinato il proprio stile, aprendolo ad orizzonti soul e pop.

Senza perdere un briciolo della propria identità: l’attitudine sixties unità alla voglia di percorrere nuove strade, l’amato Torino, il rapporto super-confidenziale con il proprio pubblico… Solo per fare qualche esempio.

E grande è l’attesa per il nuovo album “Amore di Classe”, che esce in questi giorni, anticipato dal singolo “Batticuore”, brano d’impronta pop/rock dedicato ad un adolescente ribelle, Adamo, e al suo cuore sempre “acceso”.

Firenze è la seconda data del tour di presentazione e il palco è quello amico del Tender, sabato 23 gennaio (ore 22 – biglietto 12 euro).

Prodotto da due illustri concittadini, Max Casacci dei Subsonica e Rudy Di Monte, “Amore di classe” propone undici brani inediti che compongono quasi un concept, una storia di vita metropolitana scritta dal cantante della band, Oscar Giammarinaro.

Tra gli ospiti in studio anche il violinista Davide Rossi, già al lavoro con Coldplay e Duran Duran. Ottima occasione quindi per ascoltare e ballare, tracce fresche di conio come “Catturami”, “Pubbliche virtù”, “Non sei lei”, “Non sarai tu a cambiare il mondo”, “Devi riderci su”, “Corri Adamo”, “Questa è la felicità”.

“Suoneremo per intero tutto il nuovo disco – spiega la band sul proprio sito - e quindi tutta la storia di “Amore di classe”, con i brani semplificati e tagliati in modo da rendere il tutto più fluido al pubblico che ancora non conosce le nuove canzoni. Nella seconda parte suoneremo le nostre canzoni più conosciute, siamo sicuri che ci divertiremo sia sotto che sopra il palco”.

Dopo il concerto parte il dj-set: ritmi northern soul, ska, mod e brit-pop insieme a Henry, Gighe, Nuti e Fulci dj.

E poi… E poi c’è Fiorentina-Torino, domenica al Franchi, chiaro!


www.tenderclub.it
#laquartastagione

Tender Club
via Alamanni, 4 – Firenze
www.tenderclub.it e Fb

Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"Quando cadono i maccheroni in bocca tutti li sanno mangiare"

mercoledì 20 gennaio 2016

Il baccalà alla fiorentina e il modo di dire: “restare come un baccalà!”


Testo di Roberto Di Ferdinando
Foto tratta da: www.breakfastintoscana.it

Il baccalà fa parte integrante della cucina fiorentina, tanto da esistere una modalità tipica di cucinarlo in tegame con salsa di pomodoro, cipolla, prezzemolo ed altre spezie (baccalà alla fiorentina). Nei secoli passati sulle tavole dei fiorentini era comune servire piatti a base di pesce, anche di mare. Infatti, il pesce proveniente da Livorno e Pisa, era trasportato utilizzando l’Arno, e sbarcato nei due porti fiorentini posti uno presso l’attuale Ponte alla Vittoria, l’altro dove oggi piazza Mentana si affaccia sul fiume. Il baccalà per il suo costo economico e la modalità di conservazione tramite salatura, era molto venduto a Firenze. Fino a poche decine di anni fa, percorrendo le strade di Firenze, dinanzi ai negozi di alimentari era consuetudine imbattersi in barili di legno che contenevano, stipati, filetti baccalà sotto sale. I baccalà si riconoscevano per la loro sagoma molto rigida, bloccata, tanto da divenire protagonisti di una tipica espressione gergale: “restare come un baccalà!”, per indicare il rimanere di sasso, fermo, senza parole, di una persona dinanzi ad un evento sorprendente od ad una rivelazione inattesa.
RDF


Dal 22 Gennaio - Al via i Venerdì della Lef, un ciclo di incontri per discutere sui temi del nostro tempo attraverso i libri della Lef, presentati dagli autori

Al via i Venerdì della Lef, un ciclo di incontri per discutere sui temi del nostro tempo attraverso i libri della Lef, presentati dagli autori.

Inaugura Giannozzo Pucci il 22 gennaio alle ore 17,30 presso la nostra libreria di via de' Pucci 4 con La nuova era della Misericordia del Signore. Partendo dalle Opere di Misericordia, attraverso i passi dell'Enciclia "Laudato si" di papa Francesco il libro suggerisce come mettere in pratica nel mondo attuale e nel nostro vivere quotidiano le opere di Misericordia e l'Enciclica.

Tra queste, l'Opera di alloggiare i forestieri e chiunque si trovi senza una dimora sicura, tema di grande attualità.


"FUI FORESTIERO SENZA CASA E MI ALLOGGIASTI"

Tuttavia mi preme ribadire che l'amore è più forte, tante persone, in queste condizioni, sono capaci di tessere legami di appartenenza... in un'esperienza comunitaria in cui si infrangono le pareti dell'io e si superano le barriere dell'egoismo (papa Francesco, Laudato si', 149)



Dal libro La nuova era della Misericordia del Signore:

Abbiamo centinaia di borghi abbandonati, case che crollano nelle campagne sui monti, occorrono leggi che aiutino a rimetterle in piedi, a coltivare le terre che le circondano. [...] Umanizzare impone una rivoluzione urbanistica ed edilizia epocale: riorganizzare la città in comunità rionali dotate del maggior numero di aspetti e della massima varietà di persone, condizioni sociali, attività economiche.

Libreria Editrice Fiorentina
Via de' Pucci, 4 - 50122 Firenze
Tel: 055 579921 - Fax 055 2399342 - editrice@lef.firenze.it

21 Gennaio - Le Murate: Presentazione del libro con Autore: IL BREVETTO DEL GECO Einaudi

GIOVEDI' 21 GENNAIO

    h 18:30  -  Presentazione del libro con Autore
L'Associazione culturale La Nottola di Minerva presenta

IL BREVETTO DEL GECO
Einaudi

Sarà presente l'autore Tiziano Scarpa
Intervengono Fulvio Paloscia, giornalista, e Vanni Santoni, scrittore
Sonorizzazioni dal vivo | Michele Staino e Renato Cantini

L'ultimo lavoro del premio Strega 2009 è un romanzo vorticoso, vivace, profondamente contemporaneo, che attraversa le esperienze più belle e angoscianti della vita: il talento, l'amore, la fede e la capacità di creare. Una trama ricca, piena di artisti geniali e attivisti religiosi, ambizioni smisurate e missioni segrete.

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Cenacolo della Calza

Foto di Elena Fulceri


Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"L'uomo ordisce, e la fortuna tesse"

martedì 19 gennaio 2016

Il programma della SALA DELLA MUSICA - Hotel RELAIS SANTA CROCE

SALA DELLA MUSICA - Hotel RELAIS SANTA CROCE  - Via Ghibellina 87,  Firenze



La Sala della musica, situata al piano nobile del settecentesco Palazzo Jacometti Ciofi sapientemente ristrutturato, nel centro storico di Firenze a due passi dal TEATRO VERDI, e' una sala delle feste maestosa e ricca di suggestione, che può ricevere  fino a 120 spettatori.

L’imponente camino conferisce all’ambiente note aristocratiche. L'alto soffitto è sorretto da capriate in legno originali, sistema copiato da quello usato da Giorgio Vasari per sorreggere il soffitto del Salone del '500 di Palazzo Vecchio.  Protetto come un tempo da pareti mobili, fa capolino un alto palcoscenico utilizzato ancora oggi per l’acustica perfetta che regala.

  http://www.teatroverdionline.it

21 gennaio - Conferenza: "Homo sapiens: l’evoluzione, fra geni e culture"

Conferenza: "Homo sapiens: l’evoluzione, fra geni e culture"
Conferenza del prof. Telmo Pievani, docente di Filosofia delle Scienze Biologiche, Università degli Studi di Padova
Informazioni: http://www.bio.unifi.it/art-158-conferenza-del-prof-telmo-pievani.html
21 Gennaio 2016  -  ore 18
Sede:
   
Aula 1, Palazzo Nonfinito, via del Proconsolo, 12 Firenze
Organizzazione:
   
Università di Firenze, Dipartimento di Biologia, con la collaborazione di Rotary Club Prato, Rotary Club "Filippo Lippi" Prato
Per informazioni:
   
prof. Jacopo Moggi, 055-2757746

20 gennaio - Giornata di Studi: "Fortezza da Basso: Rilievo critico per la verifica dello stato di conservazione. Primi risultati e prospettive future"

Giornata di Studi: "Fortezza da Basso: Rilievo critico per la verifica dello stato di conservazione. Primi risultati e prospettive future"
Informazioni: http://www.geomaticaeconservazione.it/aria_vpag.php?id_pagina=289
20 Gennaio 2016  -  ore 15.00
Sede:
   
Istituto Geografico Militare, Sala de' Vecchi, via C. Battisti, 10 Firenze
Organizzazione:
   
Università degli Studi di Firenze, Istituto Geografico Militare, Consiglio Nazionale delle Ricerche - Istituto per la Conservazione e la Valorizzazione dei Beni Culturali del CNR, Comune di Firenze
Per informazioni:
   
Elena Torretta - etorretta-geomil@tiscali.it - 055.2732229

Dal 21 Gennaio - Dall’Aglio a Casa Martelli - La storia della musica transita da Firenze

È programmato per giovedì 21 gennaio, con inizio alle ore 17, il prossimo appuntamento con “Ai giovedì di Casa Martelli”, nel museo di via Zannetti 8 a Firenze.
Per l’occasione – dal titolo “Una vita di musica e di armonia” - saranno presentati due libri autobiografici che fanno riferimento al mondo dello spettacolo.
Il primo – Batti un colpo. Due metri quadrati di paradiso – è la storia di Gianni Dall’Aglio e ripercorre le tappe della vita di questo antesignano del rock, pioniere musicale che ha esercitato una profonda influenza nella storia dei batteristi italiani. Il racconto si snoda nella narrazione della sua vicenda umana e artistica dagli esordi negli anni ‘50, fino ai giorni nostri. Asse portante è la grande amicizia con Adriano Celentano, con il quale collabora ancora oggi. Insieme ad altri musicisti del Clan, Dall’Aglio fondò “I Ribelli” (primo gruppo italiano rock), del quale componente di rilievo fu Demetrio Stratos, indimenticabile interprete di Pugni chiusi, successo di cui lo stesso Dall’Aglio fu co-autore. Per l’occasione il musicista canterà alcuni brani tratti dal suo vasto repertorio.
Il secondo libro protagonista del giovedì culturale di Casa Martelli è quello autobiografico di Orietta Ravenna dal titolo Il filo della danza, che narra le sue vicende artistiche e personali, legate dai fili intricati della sua vita, che si allargano in ogni parte, per incontrare la relazione con l’altro attraverso la “Danzamovimentoterapia”.
I due libri si intersecano e trovano un’unione straordinaria in un gesto d’amore che segna e lega indissolubilmente le vite dei due autori.
L’ingresso alla doppia presentazione è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Modi di Dire: “Ceppicone!”

Immagine tratta da tapazovaldoten.altervista.org
Testo di Roberto Di Ferdinando

E’ usato spesso, scherzosamente, quando ci si rivolge a persone, ma anche a bambini, che dimostrano difficoltà a capire un qualcosa: “Sei un Ceppicone!”. Quindi, è un sinonimo, ma più pesante, di tonto. Trae origine dal ceppo di legno, che solitamente è molto duro da scalfire, il cui utilizzo, come legna da ardere nel camino, era molto diffuso nelle case contadine del passato.
RDF

19 Gennaio - Le Murate - Concerto: "VUELVO AL SUD" DI VITE E DI STORIE SUDAMERICANE

     MARTEDI' 19 GENNAIO

    h 22:00  -  Concerto

"VUELVO AL SUD" DI VITE E DI STORIE SUDAMERICANE

Attraverso un programma articolato e divertente, dove si vedranno coinvolte le varie espressioni artistiche, dal cinema, alla letteratura, alla musica live, i Che! Tango Project accoglieranno, con appuntamento bisettimanale, il pubblico delle Murate raccontando aneddoti sulle vite e sulle storie di personaggi noti del Sudamerica, ogni volta con ospiti speciali.

ARGENTINA – OMAGGIO AD ANIBAL TROILO

Concerto - Chiacchiere - Letture

Daniel Chazarreta | voce, chitarra, racconti
Daniela Romano | fisarmonica
Tiziano Carfora | percussioni
Serena Moroni | violino

Caffè Letterario °Le Murate
Piazza delle Murate, Firenze
caffeletterario@lemurate.it
(+39) 055 2346872
www.lemurate.it

Note al Museo - Una nuova rassegna di concerti nella splendida cornice del Museo dell'Opera del Duomo - Ingresso libero

Scrigno di tesori artistici unici al mondo, il Museo dell'Opera del Duomo diventa anche casa della musica con la nuova rassegna concertistica Note al Museo, ideata e artisticamente diretta da Francesco Ermini Polacci, che si svolgerà fra dicembre 2015 e marzo 2016.

La Sala del Paradiso, cuore del Museo, accoglierà concerti con artisti di fama internazionale e proporrà programmi appositamente studiati per rendere unici questi appuntamenti musicali: un connubio di arte e musica che si propone come un valore aggiunto a quei principi di valorizzazione e promozione che da sempre guidano l’Opera di Santa Maria del Fiore. La varietà delle proposte musicali e la fama degli artisti chiamati si sposano, in questa prima edizione, ad un’altra caratteristica delineata dalla direzione artistica: quella della valorizzazione dei talenti musicali italiani.

Si tratta di una  programmazione concertistica non saltuaria, ma regolata da una precisa cadenza mensile e che (assieme ai concerti della storica rassegna O flos colende nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore) disegnerà un’unica e ben coesa serie di manifestazioni concertistiche durante l’intero anno.


I concerti si tengono alle ore 21.00 presso Museo dell'Opera del Duomo, in Piazza del Duomo 9. Ingresso libero su prenotazione fino ad esaurimento posti.

Le date dei prossimi concerti:


21 gennaio 2016

25 febbraio 2016

17 marzo 2016

Programma:
http://operaduomo.firenze.it/media/W1siZiIsIjIwMTUvMTIvMTIvNTR1NXVyZnJnbF8wM19Ob3RlX2FsX211c2VvX2RlcGxpYW4ucGRmIl1d/03-Note%20al%20museo-deplian.pdf

http://operaduomo.firenze.it

21 Gennaio - Biblioteca delle Oblate: Conferenza sulla attività dello Stabilimento Farmaceutico Militare

Giovedì 21 a Firenze alla Biblioteca delle Oblate si terrà una Cafferenza sulla attività dello Stabilimento Farmaceutico Militare

Giovedì 21 gennaio alle ore 21:00
Biblioteca delle Oblate, Via Via dell’Oriuolo, 24, Firenze
Cafferenza
Lo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare: dal 1853 una risorsa per il Paese
con
Col. Antonio Medica, Direttore Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare
e
1°M.llo Camillo Borzacchiello, Responsabile Progetto Farmaci Orfani e Malattie Rare
modera
Francesca Camilli - IBIMET-CNR-sezione di Firenze


Riassunto di "Lo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare: dal 1853 una risorsa per il Paese"
Lo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare (SCFM) nacque a Torino nel lontano 1832 e dal 1853 fu istituito un deposito militare di farmaci e annesso laboratorio chimico-farmaceutico. Nel 1931 l'intera struttura fu trasferita a Firenze dove tuttora si trova. Lo scopo principale dello stabilimento, allora come oggi, era preparare farmaci per i militari italiani; tuttavia, già nel 1903, l'allora Istituto Chimico Farmaceutico Militare fu chiamato a produrre un farmaco, il Chinino di Stato, per combattere l'epidemia di malaria che aveva colpito il Paese. Dal 2001 è alle dipendenze dell'Agenzia Industrie Difesa un ente di diritto pubblico istituito nel 1999 quale strumento di razionalizzazione e ammodernamento delle Unità Industriali del Ministero della Difesa. Oltre ad uno rapporto di stretta collaborazione con l'Agenzia Italiana del Farmaco, oggi la particolarità del Farmaceutico - come lo chiamano i Fiorentini - è la capacità di produrre medicinali che aziende farmaceutiche dismettono nel caso di piccole produzioni e di farmaci per le malattie rare, i cosiddetti " farmaci orfani".

Locandina: https://sites.google.com/a/caffescienza.it/attivita/programma-2015-2016/istituto-farmaceutico/locandina_CF160121.pdf?attredirects=0&d=1
Programma: https://sites.google.com/a/caffescienza.it/attivita/programma-2015-2016

Proverbio Toscano del Giorno

Proverbio Toscano del Giorno:

"La fortuna è una vacca, a chi mostra il davanti, a chi il di dietro"

lunedì 18 gennaio 2016

Modi di dire: “senza lilleri non si lallera!”

(Testo di Roberto Di Ferdinando)

Il suo significato esteso e più comune è che senza soldi non si fa niente di buono. Per “lilleri” s’intendono i soldi (tilleri) da “tallero”, moneta d’argento. Ma l’originario significato di quest’espressione è legato al divertimento, o, meglio ancora, al piacere, in particolare quello passionale; la lallera è un termine popolare e alternativo per indicare la vagina. Si ricordi il mitico Riccardo Marasco, nella sua “La Lallara”, in cui canta anche di…“trallallero”. Quindi, idea diffusa che senza soldi non si possa fare la bella vita....
Nel tempo quest’espressione ha preso anche un ulteriore significato,  per indicare il rapido trascorrere del tempo nel fare o nel non fare qualcosa: “Tra lilleri e lallera si sono fatte le otto!”
RDF

24 Gennaio - VISITA GUIDATA AL NUOVO GRANDE MUSEO DELL'OPERA DEL DUOMO

VISITA GUIDATA AL NUOVO GRANDE MUSEO DELL'OPERA DEL DUOMO
La poetica della Luce nei capolavori di Arnolfo, Ghiberti, Donatello, Luca della Robbia, Antonio Pollaiolo, Verrocchio, Michelangelo.
DOMENICA 24 GENNAIO
DALLE 15:00 ALLE 17:00 (2 ore)

COSTO DEL BIGLIETTO :
EURO 12,00 (MUSEO+BATTISTERO validità 24 ore)
OPPURE
EURO 15,00 (MUSEO+BATTISTERO+CAMPANILE+CUPOLA valido 24 ore)

COSTO DELLA VISITA GUIDATA: EURO 8,00 a persona

Info e prenotazioni: info@florencewithflair.com

Il doppio negozio

Testo di Roberto Di Ferdinando

In periodo di crisi economica ci si adatta od ci si ingegna. E così due commercianti di viale dei Mille a Firenze si sono ingegnati per fare fronte e ridurre le proprie spese. Avevano due attività in due fondi adiacenti, uno di intimo, l’altro di prodotti per l’igiene orale, ed hanno deciso, per dividere le spese di gestione, di dividersi equamente gli spazi di un unico fondo. Così il negozio di intimo si è trasferito in quello accanto, al 93/A, da quello di igiene orale. La stessa vetrina è stata così divisa a metà, e se entriamo, a destra troviamo spazzolini e dentifrici, mentre a sinistra reggiseni e biancheria. Doppia anche l’insegna che riporta i nomi delle due attività (vedi foto).
RDF