martedì 31 dicembre 2013

Il cielo sopra Firenze oggi

ore 14.15

ore 16

5 gennaio, Messa in si minore di J. S. Bach nella Basilica di San Lorenzo

5 gennaio, Messa in si minore di J. S. Bach nella Basilica di San Lorenzo
Domenica 5 gennaio 2014 ore 10.30
Firenze, Basilica di San Lorenzo


Solenne Celebrazione Eucaristica
Messa in Si minore di Bach
Partecipazione di detenuti del carcere di Sollicciano

A questo primo evento di liturgia, musica e impegno civile, promosso dall’Associazione Onlus La Pasqua di Bach
è stata conferita la Medaglia del Presidente della Repubblica
Le due letture prima del Vangelo saranno affidate:
- la prima al prof. Sergio Givone, Ordinario di estetica e parrocchiano di San Lorenzo;
- la seconda a un detenuto di Sollicciano.

Un evento atteso da duecento anni: sarà possibile riascoltare la “messa in si minore BWV 232″ di Johann Sebastian Bach nell’unico modo filologicamente corretto, ovvero nel contesto di una Celebrazione Eucaristica per cui fu composta.

Info: http://www.lapasquadibach.it/messa-in-si-minore/levento-del-5-gennaio-2014-messa-in-si-minore/

FOTOGRAFA FIRENZE E VAI A VENEZIA - Il Concorso del Caffé Florian

FOTOGRAFA FIRENZE E VAI A VENEZIA,
È IL CONCORSO FOTOGRAFICO INDETTO DAL CAFFÈ FLORIAN DI FIRENZE
PER DARE LA POSSIBILITÀ AD UN TALENTO DI POTER ESIBIRE LE PROPRIE OPERE DOVE MOLTI E GRANDISSIMI ARTISTI NEI DECENNI HANNO ESPOSTO LE LORO.

MANDA LA TUA FIRENZE E LE TUE FOTO POTRANNO ESSERE OSPITATE IN MOSTRA ALL'INTERNO DELLE SALE DOVE VIVONO QUASI TRE SECOLI DI TRADIZIONE ARTISTICA DEL CAFFÈ FLORIAN DI VENEZIA.

UNA GIURIA PRESTIGIOSA,
PRESIEDUTA DAL MAESTRO GIANNI BERENGO GARDIN,
SELEZIONERÀ LE FOTO E PREMIERÀ IL VINCITORE

Info: https://www.caffeflorian.com/concorso_fotografico/

Il castagnaccio

Testo di Roberto Di Ferdinando

(immagine tratta da:  www.saperesapori.it)
Il castagnaccio è un dolce tipico delle località dell’Appennino (Piemonte, Liguria, Toscana e Emilia Romagna) dove ancora oggi è diffuso l’uso della farina di castagna, da cui difatti prende il nome. Gli ingredienti principali sono: farina di castagne, acqua, olio extravergine d’oliva, pinoli e uvetta, ma sono molte le varianti che prevedono l’utilizzo anche di rosmarino, scorze d’arancio, semi di finocchio o frutta secca.
In Toscana il castagnaccio ha consistenze e nomi diversi a secondo del luogo. In Lunigiana è una torta molto sottile ed è chiamata “patona”. A Lucca, dove la tradizione vuole che sia stato inventato (nel "Commentario delle più notabili et mostruose cose d'Italia e di altri luoghi", di Ortensio Landi, siamo nel  1553, si indica l’inventore del castagnaccio il lucchese Pilade da Lucca, che fu "il primo che facesse castagnazzi e di questo ne riportò loda") questo dolce è più spesso (torta di neccio; i necci sono anche delle frittelle di farina di castagne). A Livorno il castagnaccio è alto quasi tre centimetri ed è molto denso (il toppone). Nell’aretino, a ridosso con la provincia di Firenze, questo dolce (baldino o bardino) no deve essere più alto di mezzo centimetro. Infine, a Firenze, invece, è una torta sottile ed ha più nomi: castagnaccio o migliaccio.
L’attribuzione di molti nomi allo stesso dolce, in particolare nella zona fiorentina, dimostra l’origine antica di questo dolce. Infatti, migliaccio deriva dal latino “miliaceus”, cioè impasti e focacce (spesso di miglio, ma nelle zone appenniniche prevedeva l’uso della castagna), che successivamente in Toscana si trasforma in:
 -accio. Nel 1310-12 il fiorentino Dino Compagni citerà per la prima volta il migliaccio quale impasto di farina, ma in quel caso di farina e sangue di maiale. Invece, nella prima edizione del Vocabolario degli Accademici della Crusca (1612), i migliaccio è indicato come "spezie di vivanda simile alla torta”, sebbene l’usanza di indicare con migliaccio un impasto “salato” rimarrà a lungo; e solo in alcune zone toscane avrà valenza di castagnaccio, cioè di dolce a base di farina di castagna.
Invece il termine castagnaccio appare per la prima volta nel 1499 da Domenico Burchiello: 'torta di farina di castagne impastata con acqua e con l'aggiunta di vari ingredienti (zibibbo epinoli), cotta normalmente in forno' . Il termine apparirà nella seconda edizione (1623) del Vocabolario degli Accademici della Crusca: "pane fatto di farina di castagne". Nel castagnaccio fiorentino è presente anche il rosmarino. Anticamente il rosmarino (ramerino) era utilizzato nei filtri d'amore ed è per questo che gli innamorati, alle volte non corrisposti in questo loro sentimento, offrivano alla persona amata una fetta di questo dolce.
RDF

Per la ricetta del castagnaccio riporto di seguito alcuni link:
Castagnaccio
Baldino
Patona
Necci

mercoledì 25 dicembre 2013

martedì 24 dicembre 2013

La Dimora Luminosa 2013 - Piazza Santo Spirito - Fino a gennaio

The Fake Factory + IED Firenze con FSM Firenze e Deaphoto presentano un progetto di video-design per la facciata della Basilica di Santo Spirito a Firenze.
Il tema scelto per quest’anno è “OltreConfini.Beyond borders” sul quale i creativi andranno a lavorare, costruendo una proiezione pensata appositamente per la pareti della Basilica.
Ogni sera dal 13 dicembre 2013, giornata di S.Lucia - protettrice della vista, fino a gennaio 2014, si potranno ammirare un mix di progetti di grafica, fotografia, illustrazione, video, animazione e 3D, creati ad hoc per la facciata di S. Spirito.
Lo IED di Firenze insieme alla scuola di fotografia Fondazione Studio Marangoni e Deaphoto, promuove un concorso aperto a tutti i fotografi, grafici e creativi, che vorranno regalare a Firenze la loro opera visiva.
La facciata della chiesa diventerà il banco di prova, la tela bianca, lo strumento per tutti i creativi che vorranno cimentarsi a sperimentare ed interpretare i nuovi linguaggi visivi in versione contemporanea.












28 dicembre - "UNA NOTTE AL MUSEO”, CON MUSICA, TEATRO E DANZA





Prossimo appuntamento Sabato 28 dicembre 2013

“Una notte al museo”, progetto ideato dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, che prevede l’apertura serale dalle 20:00 alle 24:00 dei luoghi d'eccellenza della cultura tra musei e aree archeologiche statali.
In particolare le aperture saranno assicurate per i musei fino a dicembre 2013, mentre per i siti archeologici fino a settembre 2013.

Con la collaborazione della Direzione per la Valorizzazione il Ministero è riuscito a realizzare un progetto pilota che ha l’obiettivo di diventare un appuntamento stabile per rendere la fruizione della cultura più ampia possibile e per offrire ai turisti che visitano il nostro Paese un’opportunità indimenticabile.
I cittadini e i turisti avranno la possibilità, fuori dai consueti orari di visita, di ammirare il patrimonio culturale dell’Italia.





Eventi a Firenze
Galleria dell'Accademia - Intervista impossibile ai Prigioni di Michelangelo
Nell'ambito dell'iniziativa "Una Notte al Museo", sabato 28 dicembre alle ore 21.30 presso la Galleria dell'Accademia del Polo Museale fiorentino si terrà Intervista impossibile ai Prigioni di Michelangelo di Laura De Luca, responsabile della rubrica settimanale delle Interviste Impossibili di Radio Vaticana, con la partecipazione straordinaria dell'attore e doppiatore Pino Colizzi nel ruolo dei "Prigioni".
Prenotazione: Facoltativa; Telefono prenotazioni: 055 294883
Luogo: Firenze, Galleria dell'Acccademia
Orario:
Telefono: 055 2388612
Fax: 055 2388764
E-mail: galleriaaccademia@polomuseale.firenze.it
Sito web: http://www.polomuseale.firenze.it

Museo delle Cappelle Medicee - 1492: libri di Lorenzo
Nell'ambito dell'iniziativa "Una Notte al Museo", sabato 28 dicembre alle ore 20 (con repliche alle ore 21 e alle ore 22), presso il Museo delle Cappelle Medicee del Polo Museale fiorentino, la compagnia Zauberteatro proporrà al pubblico alcuni momenti dello spettacolo 1492: libri di Lorenzo con la lettura di brani di letterati dell'epoca come: Francesco Guicciardini, Marsilio Ficino, Giovanni Pico della Mirandola ed altri che scrissero su Lorenzo il Magnifico.
Prenotazione: Facoltativa; Telefono prenotazioni: 055 294883
Luogo: Firenze, Museo delle Cappelle Medicee
Orario:
Telefono: 0552388602
Fax: 055281925
E-mail: cappellemedicee@polomuseale.firenze.it
Sito web: http://www.polomuseale.firenze.it
Museo delle Cappelle Medicee
Città: Firenze
Indirizzo: piazza Madonna degli Aldobrandini

Programma completo: http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_741796791.html





lunedì 23 dicembre 2013

6 gennaio - Il treno della befana. A vapore da Firenze a S. Piero a Sieve

Sul treno, composto da vetture d'epoca e trainato da un'antica locomotiva del 1915, le Befane consegneranno calze ai bambini. Intrattenimenti previsti anche all'arrivo, a San Piero.

Informazioni:  055 84527185/6 www.mugellotoscana.it

Orario: 9.00 Partenza da Firenze Smn - 9.09 da Firenze C.M.

Prezzo:  € 20 adulti e bambini oltre i 4 anni

6 gennaio - Cavalcata dei Magi in centro

Cavalcata dei Magi
Grandioso corteo storico, con 500 figuranti e Magi a cavallo. Da Piazza Pitti a Piazza Signoria al presepe vivente di Piazza Duomo
Informazioni: 055 2616056 www.comune.fi.it

Orario: 14.00 Piazza Pitti - 15.00 Piazza Signoria - 15.30 Piazza Duomo
Evento gratuito: Si

domenica 22 dicembre 2013

Natale a Firenze - Le luci di Firenze

Piazza di San Giovanni

Piazza di San Giovanni

Piazza di San Giovanni

Piazza della Signoria


Via de' Servi



Piazza della Signoria

Piazza della Signoria

Piazza della Signoria

Piazza della Signoria

Piazza della Signoria

Piazza della Signoria

Via Romana

Piazza Santo Spirito

Ponte Vecchio visto da Ponte di Santa Trinita

Capodanno a Firenze - I concerti




Max Pezzali in piazza Stazione, cinque piazze coinvolte con cinque concerti gratuiti secondo la formula che si ripete dal 2009, una collaborazione con Scandicci. Questo il Capodanno fiorentino 2013-14. I concerti spaziano in vari generi. In piazza della Stazione, per il concerto più pop, ci sarà quest’anno Pezzali, che durante la serata sarà affiancato anche da altri artisti e band fiorentine PLASTIC MAN / GO!ZILLA / MARTINICCA BOISON. Lo scorso anno fu la volta dei Subsonica, e a ritroso, di Caparezza, Elio e Le Storie Tese, e il tandem Lucio Dalla-Irene Grandi-Negrita in collaborazione con Bologna nel 2009. In piazza della Repubblica ci sarà il concerto swing e jazz, in Santissima Annunziata spettacolo gospel THE ANTHONY MORGAN’S INSPIRATIONAL CHOIR OF HARLEM, in piazza Signoria il tradizionale concerto di musica classica con l'ORCHESTRA SINFONICA DI LUGANSK – UCRAINA DIRETTORE MAESTRO GIUSEPPE LANZETTA e in piazza Annigoni spazio alla musica dance e ai dj set NEW YEAR’S LIGHT 2014.
L’organizzazione è affidata alle Nozze di Figaro. info: www.comune.fi.it
Quest’anno poi la festa si allarga anche a Scandicci: il nuovo Centro Rogers della città sarà la ‘sesta’ piazza di Firenze con il concerto dell’Orchestra di piazza Vittorio e Ginevra di Marco.
Concerto di Max Pezzali in piazza Stazione h. 24-02 (prima gruppi di supporto), musica Jazz con Gegè Telesforo h. 23-02 in piazza Repubblica h. , Gospel in piazza Santissima Annunziata h. 23-01.30, Musica classica in piazza Signoria con Orchestra da Camera Fiorentina h. 23-01, dj-set in piazza Annigoni fino alle 4.00.
(testo tratto da www.comune.fi.it)

29 dicembre - Teatro della Pergola - CREA IL TUO STEMMA – attività per famiglie

Teatro della Pergola
Domenica 29 dicembre
ore 10.30

CREA IL TUO STEMMA – attività per famiglie


Una breve storia dell’araldica accompagna l’attività ludica. Colori e forme, simboli da conoscere e inventare. I grandi e i piccini torneranno a casa con un creativo e nuovo titolo nobiliare da esibire.

Prezzo: 4 €


Prenotazione consigliata museo@teatrodellapergola.com, 055.2264364 I biglietti sono acquistabili il giorno stesso presso la biglietteria del Teatro ed anche Online

Curiosità di Firenze Augura Gioiose Feste


venerdì 20 dicembre 2013

21 dicembre -Concerto di Varsavia all’auditorium S. Stefano al Ponte. Grandi interpreti del Novecento eseguiti dalla pianista Pina Sauro

Concerto di Varsavia all’auditorium S. Stefano al Ponte. Grandi interpreti del Novecento eseguiti dalla pianista Pina Sauro

Le atmosfere di Varsavia, le suggestioni della musica centro-europea, i rimandi a una terra ricca di storia: è un vero e proprio omaggio alla Polonia e ai musicisti del Novecento, il “Concerto di Varsavia” organizzato da Omega Musica (www.omegamusica.org) sabato 21 dicembre all’Auditorium di Santo Stefano al Ponte Vecchio (piazza Santo Stefano, zona Por Santa Maria), dove a partire dalle ore 17,30 la pianista Pina Sauro eseguirà un recital con opere di Richard Addinsell (Concerto di Varsavia), Sergej Rachmaninoff (Preludio Opera 3 n. 2), Claude Debussy (Arabesque 1,2), Johannes Brahms (Rapsodia n. 1 op. 79 e Danza n. 1), concludendo con un celebre brano di Charlie Chaplin, la cui notorietà come attore non deve far dimenticare la sua attività di compositore.

Orario: 20,30

Biglietti:

Intero 13 euro, ridotto 10 euro, soci Omega 7 euro

Per info:

www.omegamusica.org

ORCHESTRA MUSICA EUROPEA E GRUPPI ASSOCIATI

omega.musica@virgilio.it - 338.25 66 236

giovedì 19 dicembre 2013

21 dicembre - Scuola di Musica di Fiesole - CONCERTO DI NATALE - ingresso libero

Sabato, 21 Dicembre 2013
Ora: 16:00
Luogo: Limonaia di Villa la Torraccia - Via delle Fontanelle San Domenico

Concerti per un pubblico curioso

CONCERTO DI NATALE

dai Gospel fino alle musiche di Natale

Classi di arpa e saxofono

con la partecipazione di:

Tommaso Ferrini pianoforte

Nicola Demontis chitarra

ingresso libero

Info: www.scuolamusicafiesole.it/

20 dicembre -CONTEMPOARTENSEMBLE - Concerto -Biblioteca Magliabechiana (Uffizi)

Venerdì 20 dicembre ore 21,15

Firenze Biblioteca Magliabechiana

LORNA WINDSOR voce

DUCCIO CECCANTI violino

ALDA DALLE LUCCHE sax soprano

CONTEMPOARTENSEMBLE

MAURO CECCANTI direttore

Musiche di BART, ROTA, WEILL/BRECHT,

trascrizioni di LUCA CORI per CE prima assoluta

Info: http://www.contempoartensemble.com/web/wp-content/uploads/2013/11/xi%C2%B0-CE-Festival.pdf

22 dicembre -"Concerto di Natale" dell'Orchestra dell'Università di Firenze - Ingresso gratuito

22 dicembre 2013

"Concerto di Natale" dell'Orchestra dell'Università di Firenze

Nell'ambito della rassegna "Il tempio delle Muse" III edizione. Direttore d'orchestra e violino solista: Marco Papeschi

ore 11 - Sezione di Zoologia, Salone al primo piano, via Romana, 17 Firenze

Organizzazione: Attività artistiche di Ateneo, Orchestra dell’Università di Firenze, Museo di Storia Naturale dell'Università di Firenze

Per informazioni: www.msn.unifi.it  oppure tel. allo 055-2756444

Programma completo de "Il Tempio delle Muse": http://www.unifi.it/upload/sub/agenda/Tempio_Muse_2013_2014_programma_completo.pdf

21 Dicembre - Cenacolo di Santa Croce -Coro Viri Galilaei

Il 21 Dicembre, al Cenacolo di Santa Croce
Coro Viri Galilaei diretto da Enzo Ventroni. Brani tratti dal reperetorio di Avvento e Natale.
Informazioni:  328 80427031 www.gregoriano.virigalilaei.it
Ingresso libero fino ad esaurimento posti
Orario: 20.30

mercoledì 18 dicembre 2013

1 gennaio 2014: concerto di Capodanno della "Scuola di Musica di Fiesole" al Teatro Comunale - Ingresso gratuito su invito

1 gennaio 2014: concerto di Capodanno della "Scuola di Musica di Fiesole"
Descrizione: Tradizionale concerto di capodanno al Teatro Comunale. Orchestre della Scuola di Musica di Fiesole. Nicola Paszkowski direttore. Musiche: Mozart, Šostakovic, Bernstein.
Informazioni:  055 597851 - www.scuolamusica.fiesole.fi.it
Gli inviti sono ritirabili presso vari negozi musicali (Dischi Fenice, Data Records, Checcacci, Ceccherini, Alberti) e Box Office.
Orario: 11,30
Evento gratuito

Carl Maria von Weber
Ouverture Euryanthe op. 81

Wolfgang Amadeus Mozart
Ouverture da “Die Entführung aus dem Serail”

Peter Maxwell Davies
Mavis in Las Vegas

Dmitrij Šostakovic
Ballet suite n. 3 (arr. L. Atovmyan)
Waltz (The Human Comedy)
Gavotte (The Human Comedy)
Dance (The Limpid Stream)
Elegy (The Human Comedy)
Waltz (The Limpid Stream)
Galop (The Limpid Stream)

Leonard Bernstein
Candide Overture

ingresso su invito
gli inviti, fino a esaurimento, sono a disposizione presso:
Alberti
http://www.albertinuova.it
Borgo San Lorenzo, 45/49r, Firenze
055 284346

Box Office
Via delle Vecchi Carceri, 1 (Complesso Le Murate)
50122 Firenze - tel. 055.21.08.04

Ceccherini
http://www.ceccherinimusic.com/
V. GINORI 15 - FIRENZE (FI)

Checcacci
http://www.checcacci.it/
Viale Gramsci, 12-14 R
Tel: +39 055 2480170
E-mail: info@checcacci.it Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Data Records
http://www.superecords.com
Via dei Neri 15/r , Firenze
39 055 287592

Dischi Fenice
http://www.dischifenice.it/
Via Santa Reparata 8/B - 50129 - Firenze (FI)

19 dicembre - Concerto di Natale presso la Basilica di Santo Spirito

Concerto di Natale in favore della Missione Agostiniana di Apurimac in Peru
Il 19 dicembre alle ore 19.30, presso la Basilica di Santo Spirito, si terrà il tradizionale Concerto di Natale in favore della Missione Agostiniana di Apurimac in Perù.
Il concerto sarà eseguito dalla Orchestra da Camera Fiorentina diiretta dal maestro Giuseppe Lanzetta, soprano Valentina Saccone. In programma musiche dii Mozart, Vivali, Grieg ed autori vari.




19 dicembre - Something about Florence, proiezione in anteprima del video in 3D nel Salone dei Duecento di Palazzo Vecchio

Something about Florence, proiezione in anteprima del video in 3D
Nel Salone dei Duecento di Palazzo Vecchio giovedì 19 alle 16.45
Something about Florence, giovedì 19 dicembre nel Salone dei Duecento di Palazzo Vecchio la proiezione in anteprima del video in 3D commissionato dal Comune di Firenze, in collaborazione con Camera di Commercio e Provincia di Firenze, e realizzato dall’Università di Firenze. Il corto, della durata di 15 minuti circa, si rivolge prevalentemente ai turisti e verrà proiettato con continuità nella sala multimediale del Visitor Center di Piazza Stazione 4 per offrire una suggestione sul patrimonio artistico e culturale, sulle tradizioni artigianali, sull’identità di Firenze. La proiezione di giovedì 19 a Palazzo Vecchio è prevista alle ore 16.45, con repliche alle 17.45 e 18.15.

19 dicembre - Gli auguri del sindaco Renzi alla città nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio

Gli auguri del sindaco Renzi alla città
Il 19 dicembre nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio
Giovedì prossimo, 19 dicembre, il sindaco Matteo Renzi farà gli auguri alla città. Il tradizionale incontro per gli auguri di Natale e di fine anno è in programma alle ore 17, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio.

Immagine tratta da www.comune.fi.it

martedì 17 dicembre 2013

19 dicembre -Auditorium Santo Stefano al Ponte - Concerto di Natale - Coro del Maggio

19 dicembre Concerto di Natale - Coro del Maggio

Direttore Lorenzo Fratini
Soprano Delia Palmieri
Organo Luca Logi

Coro del Maggio Musicale Fiorentino

Francis Poulenc
Quatre motets pour le temps de Noël per coro a cappella
Salve Regina per coro a cappella

Giuseppe Verdi
Pater Noster per coro a cappella

Benjamin Britten
Hymn to St Peter op. 56a per coro e organo
Festival Te Deum op. 32 per coro e organo
A Hymn to the Virgin per doppio coro a cappella

Gioachino Rossini
O salutaris Hostia per coro a cappella

Edvard Grieg
Ave Maris Stella per coro a cappella

Anton Bruckner
Locus iste per coro a cappella

Sergej Rachmaninov
Bogoroditse Djevo per coro a cappella
da All-Night Vigil op. 37

Sei canti popolari natalizi
Stille Nacht (Austria)
Les anges dans nos campagnes (Francia)
Tu scendi dalle stelle (Italia)
El desembre congelat (Catalogna)
The first Nowell (Inghilterra)
Adeste Fideles

In occasione degli 80 anni dalla fondazione del Coro del Maggio Musicale Fiorentino

Auditorium Santo Stefano al Ponte - ore 20,30
Info: http://www.maggiofiorentino.com/content/concerto-di-natale-coro-del-maggio

18 dicembre - Sfilata di abiti realizzati dagli studenti del Corso di Laurea in Cultura e Progettazione della moda nell’ambito della Mostra "La grande moda: dal bianco al colore"

18 dicembre 2013

Sfilata di abiti realizzati dagli studenti del Corso di Laurea in Cultura e Progettazione della moda nell’ambito della Mostra "La grande moda: dal bianco al colore"

Ore 18 - Palazzo Bastogi, Sala delle Feste, Via Cavour, 18 Firenze

Orario mostra: da lunedì a venerdì ore 9-18 fino al 3 gennaio 2014

Palazzo Bastogi, Sala delle Feste, Via Cavour, 18 Firenze

Organizzazione: Regione Toscana Consiglio Regionale, Università di Firenze in collaborazione con "Accademia I Santini"

Invito: http://www.unifi.it/upload/sub/agenda/Invito%20La%20Grande%20Moda.pdf

17-22 dicembre: ex-chiesa di San Pier Scheraggio - Esposizione dell’opera Self Portrait, Submerged, di Bill Viola

DAL 17 DICEMBRE 2013
BILL VIOLA
La Galleria degli Uffizi di Firenze dal 17 al 22 dicembre 2013 ospita nella ex-chiesa di San Pier Scheraggio l’opera Self Portrait, Submerged, 2013 di Bill Viola (New York, 1951) che l’artista americano ha donato agli Amici degli Uffizi e che arricchirà le collezioni del museo fiorentino.
“Quando il direttore Antonio Natali mi ha invitato a contribuire con un autoritratto al Corridoio Vasariano della Galleria degli Uffizi - afferma Bill Viola - sono stato travolto da una grande emozione. L’accostamento di un mio ritratto a quello dei più importanti maestri dell’arte di ogni tempo, molti dei quali hanno ispirato il mio lavoro, è sicuramente un’esperienza che mi ha reso più umile”.

Il video appartiene alla serie Water Portraits, un ulteriore momento della sua lunga esplorazione dell'elemento acqua che per Viola contraddistingue il cambiamento, il passaggio del tempo ed è una metafora per la nascita e la rinascita. Questo lavoro “rappresenta - come lo stesso Viola ha dichiarato - il mio mondo interiore, il luogo da cui la mia arte prende vita”.
“Su uno schermo al plasma verticale Self Portrait, Submerged raffigura lo stesso Viola immerso nell'acqua - sottolinea Kira Perov, sua compagna e collaboratrice da oltre 30 anni. I suoi occhi sono chiusi e lui sembra essere completamente rilassato, in pace. Solo le increspature dell'acqua animano i suoi movimenti, mentre il suono dell’acqua corrente permea lo spazio come sogni che filtrano attraverso il suo ambiente”.


Orari: da martedì a domenica, ore 10.00 - 17.00
Ingresso libero

Fino al 2 febbraio 2014 - DIETROFRONT. Il lato nascosto delle collezioni - Firenze, Galleria degli Uffizi - Sala delle Reali Poste

DIETROFRONT. Il lato nascosto delle collezioni
Firenze, Galleria degli Uffizi - Sala delle Reali Poste
Martedì 17 Dicembre 2013 - Domenica 2 Febbraio 2014

Orari: da martedì a domenica, ore 10.00 - 17.00
Chiuso: lunedì e 25 dicembre
Aperture straordinarie: 1 gennaio, ore 13.30 – 19.30; 6 gennaio, ore 10 - 17

Ingresso libero


Il percorso espositivo di Dietrofront, composto da dipinti, marmi antichi, maioliche, uno stipo e un altare, offre una doppia visibilità delle opere, presentandone il recto e il verso.
I segni che spesso questi capolavori celano nella parte non visibile al pubblico sono in grado di raccontare la loro vita e il loro cammino collezionistico.

Ad esempio, tra le opere del Quattrocento, la scena dell’Annunciazione è dipinta nel retro delle tavole dei nobili ritratti dei Baroncelli, mentre nel Trittico di Froment, che nella severità della cultura d'Oltralpe scandisce episodi della vita di Cristo, culminanti al centro nella resurrezione di Lazzaro, le ante chiuse raffrontano Maria e il committente dell’opera, devotamente inginocchiato.

Esempi di raffinata e rarissima combinazione sono costituiti dalla Deposizione di Gerard David, appartenuta, insieme alla matrice d'incisione conservata sul retro, ad Eleonora di Toledo, moglie del granduca Cosimo I de’ Medici, e da una preziosa ‘custodia’ di Jan Brueghel il vecchio, che proteggeva, riproponendolo in copia, l’originale di Dürer raffigurante Il Grande Calvario, opera che a sua volta ha nel retro un Paesaggio dipinto dal medesimo Brueghel;  mentre il doppio Palma il Vecchio riunisce un ritratto di donna e l’autoritratto del pittore veneto.

Anche un Altare da viaggio, racchiuso in un prezioso baule, in uso alla Corte medicea e uno stipo ottocentesco riservano altre sorprese.

Liriche trascritte sul retro di ritratti ampliano la sfera intima dell'autore con dediche d'amore (Alfieri e la contessa d'Albany dipinti dal Fabre) o accompagnano l’autoritratto che viene offerto in dono (Pier Leone Ghezzi e Giovanni Camillo Ciabilli).
Talvolta gli autoritratti degli artisti, come nel caso di Mosè Bianchi, Luigi Russolo, Gregorio Sciltian e altri, conservano nel verso la scelta di un riuso del supporto, testimoniato da un’altra pittura., che ha svelato una firma e un altro autore (sul retro dell’autoritratto di Rosai una veduta di Venezia dipinta da Mario Salvini). Il visitatore viene idealmente condotto all’interno dell’atelier al momento della creazione, dove tornano in superficie curiosità come una scena d’ambiente con un gatto e un topo o ritratti capovolti.

In alcuni casi, l'opera nasce in doppio, come nell'autoritratto del brasiliano Camara che pare sprofondare nella tavola per ricomparire sul retro, o come nella doppia effigie di Nano Campeggi, di recente acquisizione, che si mostra di spalle nel recto, mentre fa affiorare sul verso un bozzetto del suo volto giovane e sorridente, fino all’ultimo autoritratto (doppio) entrato in collezione, donato da Franca Pisani.

Oltre a quelle provenienti dalle collezioni degli Uffizi, la mostra ne ospita altre, concesse in prestito dalla Galleria dell’Accademia, dalla Galleria d’arte moderna di palazzo Pitti, dalla Galleria Palatina, dal Museo del Bargello, dall’Opificio delle Pietre Dure e dalla Villa Medicea della Petraia.

17 dicembre - Teatro del Maggio Musicale Fiorentino: Musica e personaggi del Novecento

Musica e personaggi del Novecento
Martedì 17 dicembre, ore 17.30

Giulio Gatti Casazza, dalla Scala al Metropolitan

Presentazione del volume
Giulio Gatti Casazza, una vita per l’opera di Alberto Triola
(Zecchini Editore, 2013)

Intervengono Fortunato Ortombina e Alberto Triola  

“Nemmeno il più grande genio sarebbe in grado di cambiare la natura delle cose e di impedire al Teatro di essere un grande servizio pubblico; i suoi due volti, quello artistico e quello economico, devono essere sapientemente armonizzati, per garantire la sopravvivenza di un organismo che è sì schematico, ma non di meno vivo”. Giulio Gatti Casazza sintetizza così la sua idea di teatro. Passato erroneamente alla storia dell’opera come l’ultimo dei grandi impresari, rivoluzionò di fatto il mondo dei teatri lirici, inaugurando una filosofia imprenditoriale inedita nella storia secolare della produzione operistica: quella dell’azienda culturale no profit. Gatti Casazza fu un manager culturale ante litteram, ma anche – e soprattutto – uno spirito pratico innamorato dell’Arte. Senso pratico, lucidità, passione maniacale per l’organizzazione, visionarietà progettuale, istinto e curiosità da ricercatore: una laurea in ingegneria navale messa al servizio della musica, degli artisti e del pubblico, con un’incrollabile fede nel potere dell’Arte per lo sviluppo della società e dell’individuo. Paolo Grassi lo avrebbe definito un “operatore culturale”, parecchi decenni prima dell’avvento dell’impegno pubblico nei grandi centri di produzione culturale. L’“ingegnere dell’opera” divenne così il più esperto e apprezzato progettista di sogni e di miti musicali del Novecento. Primo dei sovrintendenti moderni – figura chiave del passaggio dall’impresa di stampo ottocentesco al management della nostra epoca – portò al Metropolitan, insieme a Toscanini, il modello vincente della Scala, da lui stesso inaugurato con il sostegno dell’aristocrazia intellettuale e imprenditoriale di Milano, agli albori del Novecento. Contornata da un alone di fascino, costruita tra una traversata e l’altra dell’Oceano mentre New York veniva su con i suoi grattacieli e l’Europa passava dagli entusiasmi del Ballo Excelsior alle trincee della Grande Guerra fino all’avanzata del nazi-fascismo, la carriera di Gatti Casazza s’intreccia con vicende e opere di artisti immortali. Nelle suggestive pagine della sua autobiografia – per la prima volta tradotta in italiano – rivive l’atmosfera di serate storiche, come quella della première di Madama Butterfly a Milano, e quella di straordinari incontri privati con Giuseppe Verdi, Arturo Toscanini, Arrigo Boito, Giulio Ricordi, Giacomo Puccini, Enrico Caruso, Claude Debussy, Richard Strauss. Si devono a Gatti Casazza intuizioni brillanti sulle esigenze dell’opera business, logiche e meccanismi di una produzione culturale intesa in senso aziendale, garantita da un sistema di repertorio retto su un’efficientissima macchina organizzativa, su di un patrimonio di scenografie dipinte affidate a quotati pittori internazionali e un mitico ensemble di cantanti allora imbattibile. Una perfetta macchina autosufficiente che, senza un solo dollaro di sussidio pubblico, arrivò ad accumulare oltre un milione di dollari di riserva, sufficienti a garantire al Metropolitan la sopravvivenza, dopo il crollo di Wall Street. Diede l’assenso alla prima trasmissione via radio di un’opera lirica, che spalancò le porte del Metropolitan a tutto il pubblico d’America e quelle dell’opera alla modernità. Era il Natale del 1931.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili

Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

19 dicembre - Cafferenza Biblioteca delle Oblate - Ordine e caos: dalle stelle alle farfalle

Ordine e caos: dalle stelle alle farfalle

19/12/2013 Cafferenza Biblioteca delle Oblate ore 21:00

Con Lapo Casetti, Dipartimento di Fisica e Astronomia, Università di Firenze

modera Franco Bagnoli

Le leggi fondamentali della meccanica scoperte da Isaac Newton nel XVIII secolo, che spiegano il moto dei pianeti attorno al Sole e la caduta dei corpi sulla Terra, ci dicono che il futuro è completamente determinato dal passato.

Ciò significa che possiamo sempre prevedere il futuro? Parrebbe di sì, ma non è vero! Le leggi della meccanica valgono per le mele, per le nuvole e per i corpi celesti; sappiamo prevedere la caduta di una mela e il moto dei pianeti, ma non sappiamo dire se fra due settimane pioverà.

Il problema è che in alcuni casi (per esempio, nell'atmosfera terrestre) un cambiamento piccolissimo nello stato inziale del sistema può produrre conseguenze enormi in un tempo molto breve: "Il battito d'ali di una farfalla in Brasile potrebbe determinare un tornado in Texas", come ebbe a dire il meteorologo Edward Lorenz. Un fenomeno come questo non è mai prevedibile, in quanto anche un errore piccolissimo nella determinazione dello stato attuale produce un'incertezza enorme nello stato previsto dopo un certo tempo, tale da rendere priva di senso ogni previsione a lungo termine, anche se le leggi che lo regolano sono perfettamente note. Il futuro non è predicibile per questi sistemi, che vengono detti "sistemi caotici".









Ingresso libero

26 dicembre - Teatro della Pergola - GRAN GALA’ STRAUSS

26 dicembre
GRAN GALA’ STRAUSS
Teatro della Pergola, ore 20.30
www.teatrodellapergola.com


21 dicembre - Quartiere 3: PASSEGGIATE DI BENESSERE

PASSEGGIATE DI BENESSERE - PROSSIMI APPUNTAMENTI : 21 DICEMBRE
Luogo: RITROVO ALLE ORE 9,30 IN PIAZZA BARTALI - davanti ingresso Centro Commerciale Coop
Il terzo sabato di ogni mese il Gruppo "Salute è Benessere" organizza una passeggiata ad accesso libero, dove l'unico requisito richiesto è la voglia di una giornata diversa passata a contatto con la natura e animata dal desiderio di incontrarsi e di condividere emozioni. Svolgere una regolare attività fisica e motoria rappresenta sempre la migliore indicazione per uno stile di vita sano, improntato al rispetto e alla cura di sè.

Info: http://q3.comune.fi.it/

lunedì 16 dicembre 2013

15 dicembre 2013 - trekking Urbano - Firenze, Fiesole, Montececeri, Firenze


15 dicembre - Trekking Urbano - Firenze (Piazza della Libertà, Le Cure Via Boccaccio), San Domenico Fiesole, Montececeri, Firenze (sezione Trekking del Circolo Dipendenti dell'Università di Firenze)

15 km 350 m di dislivello (5 ore di cammino)

Via Boccaccio

Via Fiesolana Vecchia

Via Fiesolana Vecchia

Via Fiesolana Vecchia



Via Fiesolana Vecchia


Fiesole, Via degli Scarpellini

Fiesole, Montececeri

Fiesole, Montececeri, le cave

Fiesole, Montececeri

Fiesole, Montececeri

Fiesole, Montececeri

Via Boccaccio

Via Boccaccio