mercoledì 5 gennaio 2011

Perchè il colore viola per la Fiorentina?

Testo di Roberto Di Ferdinando

A Firenze il colore viola si identifica inevitabilmente con la Fiorentina, la squadra di calcio della città. Eppure nel 1926, l’Associazione Calcio Fiorentina nasceva con dei colori sociali diversi da quello viola.
La prima divisa da giuoco, infatti, si componeva di una metà bianca e di una rossa, sia sul davanti che sul dietro, che, pur riprendendo i colori della città, si ispirava allo stemma cavalleresco di Ugo di Toscana, nobile benefattore fiorentino. Questa maglia fu utilizzata solo per la prima stagione calcistica; nell’anno successivo, infatti, la società preferì una tenuta da gioco a strisce verticali bianco-rosse; questa volta ispirata allo stemma dei Marchesi di Toscana.
Le stagioni sportive 1927-28 e 1928-29, povere di soddisfazioni, spinsero la dirigenza dell’A.C. Fiorentina ad un cambiamento radicale, anche nei colori sociali. Nel 1929 le strisce bianco-rosse furono così sostituite da una divisa viola a tinta unita.
Sulle motivazioni della scelta del colore viola, in mancanza di una spiegazione ufficiale, sono state avanzate numerose tesi. Tra le tante vogliamo ricordarne due.
La prima, quella più diffusa, vuole il viola quale risultato di un errato lavaggio delle maglie bianco-rosse. Sebbene questa tesi sia confermata da alcuni testimoni del periodo, molti la ritengono infondata. Si fa notare, difatti, che l’effetto di un lavaggio sbagliato di panni bianchi e rossi, avrebbe determinato un rosa tiepido e non un viola vivo. Inoltre si giudica la dirigenza del periodo (guidata dal Marchese Luigi Ridolfi, mecenate dello sport fiorentino), troppo attenta alla tradizione ed alla cultura della città per permettere che il colore della squadra cittadina fosse suggerito da un erroneo candeggio.
La seconda tesi, più incentrata sulla tradizione fiorentina, afferma invece che il viola fu scelto in quanto colore legato alla storia di Firenze. In effetti le cronache del passato ci ricordano che i fondatori romani diedero alla città il nome di Florentia in quanto le colline e i prati che la circondavano erano invasi dai fiori di giaggiolo. Inoltre il simbolo di Firenze, il giglio, trarrebbe origine proprio dal giaggiolo, fiore nobile, dal colore viola e detto anche iris fiorentina.
RDF

1 commento:

  1. La Foundation for Sport History Museum, ha ricreato una la fedele replica storica della prima maglia della Fiorentina risalente al 1926. Approfonditi studi iconografici e analitiche ricerche portati avanti dal Museo Fiorentina, hanno condotto all’elaborazione dell’unica riproduzione a carattere storico-scientifico attualmente in commercio.
    Vengono mantenuti i colori originali delle due squadre che si sono fuse per formare una squadra più forte per competere al livello nazionale. La Libertas (maglia rossa) e il Club Sportivo (bianca) prima avversari e poi compagni di squadra.
    La leggenda narra che, per errore di lavaggio, fu questa maglia a diventare viola ma in realtà fu il Marchese Ridolfi in persona che volle la maglia viola come espressione cromatica del giglio fiorentino.
    La maglia è già disponibile,potete trovarla sull' e-commerce http://fashion-shop.eredichiarini.it/it/

    RispondiElimina